Juventus e Napoli non sono al top: tra Var ed episodi vari è già partita la volata per sabato sera

Juventus e Napoli non sono al top: tra Var ed episodi vari è già partita la volata per sabato sera

La Juventus non ha subito gol, il Napoli tre. I partenopei lasciano il Franchi fra le proteste di Montella

di Redazione DDD

Fiorentina-Napoli 3-4, ma non scomodiamo la storia. La partita di Firenze è stata segnata da molte decisioni arbitrali che hanno fatto e faranno molto discutere. Il rigore dell’1-0 per la Fiorentina è nato da una fallo di mano Zielinski che fino allo scorso sarebbe stato definito involontario. Oggi come le nuove regole, il rigore ci può stare. È con la trasformazione di Pulgar che la Fiorentina è andata in vantaggio dopo nove minuti.

Poi, al 38esimo, il Napoli è uscito dalle corde – fin lì aveva tirato in porta in maniera pericolosa solo con Koulibaly – con una prodezza di Mertens: tiro a giro sul secondo palo e 1-1. Pochi minuti ed ecco la seconda decisione arbitrale discussa. Mertens inciampa in un giocatore della Fiorentina steso in area di rigore. Per qualcuno è simulazione, per l’arbitro no, nemmeno per il Var.

L’episodio ha scatenato la protesta di Montella: “Certe cose non si possono vedere. Mi sono stancato di sentir parlare di Chiesa che è un simulatore! Basta, Chiesa non è un simulatore! Il problema non è l’errore ma il ragionamento che c’è dietro oggi non riesco ad accettarlo. Massa ha detto che ha visto nettamente il fallo su Mertens. E la VAR?”.asta rivederlo, non riesco a capire davvero. Ho preso un’ammonizione perché sul presunto rigore su Ribery mi sono avventato verso il campo.

Ancora Montella: “Da ieri ho visto i ragazzi molto concentrati, sapevamo che avremmo corso dei rischi pressando alto il Napoli ma è questo che voglio vedere. Questa è la mia Fiorentina. Gli errori li abbiamo sempre accettati, quello che non capisco sono errori del genere con il VAR. Non c’è una spiegazione, un ragionamento. La regola sul fallo di mano per il rigore dato a noi da ex calciatore non lo capisco ma c’è una regola nuova e quindi è rigore”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy