DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

LONTANI MA VICINI

Lazio London Club: “Anche Tommaso Inzaghi vedeva il derby insieme a noi”

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Come si organizzano i tifosi laziali a più di 1400 km da Roma...

Redazione DDD

Il Lazio London Club fondato da un laziale che per lavoro si è dovuto trasferire proprio a Londra. Oggi ci si ritrova in un pub, domani in un altro per seguire la propria squadra, la Lazio. Il club è nato anche su Facebook "Lazio London" e Instagram "@lazio_london" e si possono seguire proprio su queste due piattaforme.

 (Photo by Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images)

Massimiliano, presidente della Lazio London Club, è intervenuto a Lalaziosiamonoi.it: "Siamo un gruppo di ragazzi che viviamo qui a Londra. La Lazio London l’ho fondata nel lontano 2013. Ogni volta dovevamo chiedere ai pub se mettevano la Lazio anziché il Manchester United o il Tottenham, a quel punto però abbiamo pensato io e un gruppo di amici di fare una pagina Facebook e di vedere se ci fosse altra gente interessata a vedere la partita con noi. Dopo un po’ siamo cresciuti, all’inizio eravamo in una delicatessen italiana chiamata Veneticus sempre nel 2013. Poi crescendo di numero abbiamo cambiato un po’ di posti. Noi creiamo un evento per vedere la partita in pub con cui abbiamo degli accordi, quest’ultimi ci danno una sala e noi vediamo le partite della Lazio lì. Ogni tanto ci dicono che dobbiamo andare via per altri impegni per questo non abbiamo un luogo fisso. Il nostro desiderio sarebbe quello di averne uno nostro personale che gestiamo noi come un punto di riferimento fisso”.

Il derby lontano da Roma? “É dura stare lontano dalla Capitale quando c’è un derby. Non possiamo essere lì a dare il nostro supporto vocale alla squadra e la nostra presenza. Dura però sarebbe ancora di più se non ci fosse la possibilità di vederlo insieme ad altri laziali. Al derby siamo 60-70 persone. Prima avevamo un pub grandissimo sul Tamigi davanti al London Eye in cui potevamo vedere la stracittadina con 100-150 tifosi. Era una cosa spettacolare, sembrava che stessimo in Curva. Ci piace viverlo e soffrirlo insieme. La pandemia ci ha rovinati. Prima del Covid, quando la Lazio stava per vincere lo scudetto, eravamo fissi con una cinquantina di persone lì, al derby ne eravamo ancora di più. Venne a trovarci anche Tommaso Inzaghi, si vedeva le partite con noi perché lui abita qui a Londra e lo avevamo spesso qui con noi a vedere le partite della Lazio. Poi con la pandemia i pub hanno chiuso siamo stati fermi quasi due anni. Prima del Covid succedeva molto spesso che per le trasferte europee partissimo da qui tutti insieme a vedere la Lazio. Alcuni di noi partono e si ritrovano anche nel weekend a Ponte Milvio per godersi una domenica pomeriggio tutta biancoceleste. Adesso piano piano stiamo ricominciando”.

tutte le notizie di