I Pumas contro le Aquile: lo stadio Azteca si divide fra blu e gialli nel Clasico Capitalino

I Pumas contro le Aquile: lo stadio Azteca si divide fra blu e gialli nel Clasico Capitalino

L’America è davanti in classifica, ma per l’Unam (i Pumas) questo è l’unico vero derby della capitale messicana

di Redazione DDD

Entrambe le squadre hanno giocato 8 partite nel campionato messicano, ma l’America ha 15 punti contro i 12 punti del Punas Unam. Tre punti sono una inezia rispetto alla voragine della rivalità storia tra Club América e Club Universidad Nacional. Il Clásico Capitalino, in campo nella notte italiana di domenica, è una delle più forti rivalità tra due delle squadre più popolari in Messico, tra due delle tre squadre che rappresentano Città del Messico e l’area metropolitana della Primera División messicana .

La prima partita tra queste due squadre è stata giocata il 1′ luglio 1962, dove l’America ospitò l’Unam, ovvero i Pumas, che era stata promossa in Prima Divisione nella stagione precedente. La partita viene spesso percepita come la rappresentazione di una lotta tra due poteri e istituzioni antagoniste: il Club América è sempre stato considerato il club dell’industria e dei ricchi. I Pumas si identificano nel club degli intellettuali e della classe media.

In effetti, entrambi sono club con identità e politiche molto contrastanti, il Club Universidad Nacional era originariamente un club amatoriale di studenti universitari delle diverse scuole dell’Università e poi sviluppato in una squadra professionale in competizione nella lega di calcio messicana, il soprannome Pumas  è stato ispirato di Roberto Tapatio Mendez, che ha allenato la squadra dal 1946 al 1964 e i cui discorsi motivazionali hanno spesso paragonato i suoi giocatori ai puma.

Quelli del Club América invece sono “Le aquile” di Las Águilas: hanno voluto essere un animale che mostrasse orgoglio e dominio del suo ambiente. Tuttavia, sono anche chiamati Los millonetas, un riferimento o versione dispregiativo della parola milionario, con riferimento al giorno in cui l’uomo d’affari Emilio Azcarraga Milmo, proprietario di Telesistema Mexicano, acquistò l’America da Isaac Bessudo nel 1959. Dopo l’acquisizione, Azcárraga disse ai suoi giocatori: “Non so molto sul calcio, ma So molto degli affari e questo, signori, sarà un affare ” .

La rivalità è particolarmente feroce da parte dell’Unam: secondo i sondaggi, la maggior parte dei suoi sostenitori considera l’America come il suo principale rivale, tuttavia, la maggior parte dei fan dell’America ritiene che sia una partita importante, ma considera la partita contro il Chivas come più importante.

I media messicani raccontano, in tema di stretta attualità, che Andrés Ibargüen non ha superato i suoi test di idoneità ed è stato escluso dal derby di questo fine settimana contro i Pumas. Ibargüen ha subito una piccola lacerazione alla gamba destra il 24 agosto, quando ha dovuto essere sostituito al 23esimo minuto del primo tempo, in occasione del pareggio per 1-1 dell’America a Tigres. Sebbene l’assenza di Ibargüen sarà fonte di preoccupazione per il derby di sabato, il manager Miguel Herrera inizierà a vedere molti dei suoi giocatori chiave tornare dall’infortunio.

La MX League, dal canto suo, ha annunciato martedì le divise che entrambe le squadre useranno nella Capital Classic. Le Aquile giocheranno con il loro vestito giallo, mentre i Pumas Unam lo faranno con la loro divisa blu da trasferta. Quelli guidati da Miguel Herrera, tecnico dell’America, hanno giocato con la loro prima divisa  7 volte finora nella gara con un bilancio di 4 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy