L’Oviedo avrà 2 squalificati nel derby delle Asturie, ma si lavora già al corteo una settimana prima

Real Oviedo-Sporting Gijon domenica 11 ottobre alle 21.00

di Redazione DDD

Dopo il fischio finale sul campo dell’Albacete (1-1 il risultato finale, Oviedo in vantaggio ma partita chiusa in 9 per le espulsioni di Arribas e Nieto), il Real Oviedo si è già concentrato sulla prossima partita di campionato contro lo Sporting Gijón. Il derby torna in quella che i media delle Asturie chiamano la capitale del Principato e lo fa con rigide misure igienico-sanitarie che dallo scorso marzo impediscono l’accesso del pubblico ai campi di calcio. Un derby che, purtroppo, sembra meno derby senza i tifosi in tribuna.

Di fronte a questa situazione, già vissuta nell’ultimo Sporting-Real Oviedo (0-1), il gruppo di tifosi Symmachiarii ieri ha lanciato il primo appello a Oviedo per ospitare un ricevimento di squadra nei pressi dello stadio Carlos Tartiere. La manifestazione si svolgerà in Calle Alejandro Casona, una delle più vicine allo stadio Carbayón. Come avvenuto nel tratto finale della scorsa stagione, Symmachiarii chiede a tutti gli oviedisti che andranno ad attendere la squadra di rispettare in ogni momento la distanza di sicurezza, di recarsi al corteo con una maschera e di seguire le indicazioni dei responsabili della manutenzione sicurezza in ogni momento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy