DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

NUOVI PROGETTI A YAOUNDE'

Camerun, parla il “presidente” Pierre Wome: “Amo Zeman, all’Inter con Mancini non c’era gruppo”

30 Sep 2000:  Pierre Wome of Cameroon strikes a free kick at the Spain goal during the Mens Football Final at the Olympic Stadium on day 15 of the Sydney 2000 Olympic Games in Sydney, Australia. Cameroon won the game and the Gold Medal on penalties, after extra time had been played.  Mandatory Credit: Robert Cianflone /Allsport

L'ivoriano milanista Kessie ha Presidente come nomignolo. Il camerunese ex interista Wome lo è per davvero...

Redazione DDD

Pierre Wome ha un legame particolare con l'Italia, dopo aver indossato le maglie di Vicenza, Lucchese, Roma, Bologna, Brescia e Inter. e molti buoni ricordi lasciati nel nostro paese. Il camerunese è stato presidente del Canon Yaoundé: "È il club più titolato del Camerun ma quando ho preso le redini la squadra era in Serie B e l'ho riportata nel massimo campionato. Quando la situazione era difficile ero solo a metterci i soldi, poi quando le cose sono andate bene si sono fatti tutti vivi. Ho lasciato l'incarico ma sono pronto a tornare in pista, infatti sto valutando di acquistare una squadra di Serie B: ci sono 2-3 società interessanti e presto potrei chiudere un affare".

 (Photo by New Press/Getty Images)

(Photo by New Press/Getty Images)

Wome ha raccontato a Tuttomercatoweb qual è il personaggio del calcio italiano a cui è maggiormente legato, ancora oggi: "Zdenek Zeman. Mi volle con sé alla Roma quando ero alla Lucchese, in Serie B. Mi piaceva come allenava e come gestiva la squadra. Quando le nostre strade si sono divise ho fatto di tutto per tornare ad essere allenato da lui. La squadra dove mi sono trovato meglio? La Roma. L'Inter? C'era Mancini in panchina e ho rispettato le sue decisioni, ma quando vedevo certe prestazioni di chi era al mio posto mi chiedevo se davvero non potessi far meglio. E poi all'Inter ognuno era per la sua strada, mancava il gruppo. Alla Roma c'era qualcosa in più come collettivo, eravamo affiatati, facevamo le cose insieme, tutti nella stessa direzione. Tutte cose che non ho visto all'Inter".

tutte le notizie di