Moglie tifosa dei Reds, ma il supertifoso dell’Everton Derek Geaney perde il primo derby allo stadio dopo 35 anni!

Moglie tifosa dei Reds, ma il supertifoso dell’Everton Derek Geaney perde il primo derby allo stadio dopo 35 anni!

Effetto porte chiuse e storie di tifosi alla vigilia del derby del Merseyside Everton-Liverpool

di Redazione DDD

Perdere il suo primo derby del Merseyside allo stadio in 35 anni: è un duro colpo per Derek Geaney, supertifoso dell’Everton. Geaney è il figlio del guru del calcio della cittadina industriale irlandese di Cork, ovvero Jerry Geaney, vincitore con la squadra di St Mary della Munster League giovanile del 1951. Storico possessore di abbonamenti a Goodison Park, lo stadio dei Toffees, Geaney e i suoi amici Declan Burke, Frank Healy e Liam O’Connell viaggiano dall’Irlanda a Liverpool cinque o sei volte a stagione. Ma a causa delle porte chiuse, perderanno il derby della prossima settimana e per loro è una grande delusione. Geaney è sicuramente uno di quegli uomini che ha occupato gran parte della sua vita grazie al calcio, sia da giocatore negli anni giovanili che successivamente da tifoso, e la quotidianità per lui è diventata molto difficile da quando il calcio è stato sospeso per Covid. “Non essere stato in grado di andare alle partite durante questa pandemia è stato assolutamente motivo di disperazione”, ha detto Geaney. “E’ un periodo in cui riesco a capire che nella vita c’è molto più dello sport. Tuttavia, mi è mancato molto lo sport. Passerei cinque o sei sere a settimana a guardare partite negli stadi, quindi non poterlo fare è stato molto difficile”.

Il calcio torna, ma non allo stadio…

Derek ha fatto la stessa trafila di papà Jerry: “Ho iniziato a giocare con St Mary all’età di sette anni. Ho giocato in tutte le fasce d’età, categoria per categoria, e sono stato in campo con il club fino a quando avevo 30 anni. Abbiamo avuto numerose vittorie nel corso degli anni e creato ricordi che dureranno una vita. Ho adorato il mio tempo giocando con il club in cui già mio padre aveva avuto un ruolo importante. Adesso però è stato feroce stare senza sport perché ha occupato così tanto della mia vita. Ringraziando mia moglie Gillian, tifosa del Liverpool ma non dirò nulla contro di lei per questo, ho sempre avuto la libertà di seguire assiduamente il calcio in tutti gli stadi. Senza il calcio durante questo periodo surreale, ho trascorso la maggior parte del mio tempo a passeggiare per il lago di Lough”. E adesso? “È fantastico che la Premier League stia iniziando, ma non so cosa aspettarmi da una partita in uno stadio vuoto. Non vedo davvero l’ora del derby del Merseyside della prossima settimana”. Ma senza poter andare allo stadio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy