Alla fine Soriano! Il derby è del Bologna, quando la porta della Spal sembrava stregata…

Alla fine Soriano! Il derby è del Bologna, quando la porta della Spal sembrava stregata…

Primo tempo senza reti al Dall’Ara, poi l’episodio Cionek-Sansone. Partita bellissima: grandi parate spalline di Berisha. Un gol annullato a Santander prima del colpo di testa da 3 punti di Roberto Soriano.

di Redazione DDD

Una grande atmosfera per Sinisa Mihajlovic e un caldo terribile. E’ stato questo il contesto del derby dell’Emilia fra Bologna e Spal. Grandi cori per il condottiero serbo, sotto gli occhi di Saputo e Fanucci. Ma anche un gran bel Bologna, contro una buona Spal. I padroni di casa hanno avuto più occasioni nel primo tempo, ma le parate di Berisha e qualche palla importante anche per Kurtic e Petagna hanno tenuto il derby sullo 0-0 dopo i primi 45 minuti di gioco.

Molto buono l’esordio del giapponese Takehiro Tomiyasu, nuovo difensore del Bologna mentre lo era già della sua Nazionale. Dal canto suo, Mattia Destro ha confermato i progressi già denotati sul finire della scorsa stagione dopo l’arrivo di Mihajlovic sulla panchina rossoblu. La Spal è scesa in campo con il suo senso del collettivo e il suo gioco collaudato.

Nella ripresa, al 59esimo minuto l’arbitro Di Bello, richiamato dal Var, dopo l’on field rewiew, ha negato un calcio di rigore al Bologna per un tocco di mano di Cionek, nella propria area, sul tentativo di dribbling di Sansone. Ripresa avvincente come il primo tempo: ammonito Medel, lascia il campo Destro per Santander e per la Spal clamoroso gol dell’ex sfiorato da di Francesco solo davanti al portiere bolognese Skorupski. Al 66esimo, clamorosa traversa di Soriano a colpo sicuro: sembrava gol fatto per il Bologna. Due minuti dopo altra grande azione di Orsolini e strepitosa parata di Berisha.

Nell’ultimo quarto d’ora, altre due grandissime parate di Etrit Berisha, il portiere albanese di Pristina che nel corso dell’estate è passato dall’Atalanta alla Spal. Dal canto suo, Sinisa Mihajlovic ha provato a vincere la partita inserendo Palacio al posto di Medel. Cosa che sembrava accaduta al momento del gol di Santander, annullato però per fuorigioco. Sei minuti di recupero, prima del colpo di testa vincente di Soriano al 93esimo. La porta della Spal sembrava stregata, ma l’1-0 Bologna è strameritato.

Derby finito con il coro “Chi non salta è ferrarese”: ottava vittoria consecutiva in casa per il Bologna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy