DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

QUEL MODO POCO ELEGANTE DI DEFINIRE I GIOCATORI

I pregiudizi sul Gallo: troppe fake news sul valore reale di Andrea Belotti

MILAN, ITALY - OCTOBER 26: Sandro Tonali of AC Milan competes for the ball with Andrea Belotti of Torino FC the Serie A match between AC Milan and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on October 26, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Claudio Villa/AC Milan via Getty Images)

A costo zero anche i rinforzi, non solo i ripieghi

Redazione DDD

di Max Bambara -

A metà febbraio della stagione in corso, il Milan è pienamente in corsa per i primissimi posti della classifica di Serie A e si è qualificato per disputare la doppia semifinale derby di Coppa Italia contro l’Inter. La squadra rossonera non raggiungeva un tale livello di competitività, in Italia, da moltissimi anni e l’occasione per un finale di stagione importante e ricco di soddisfazioni è estremamente ghiotta. In questo contesto le voci di mercato dovrebbero lasciare il tempo di qualche battuta. Eppure, anche in contrapposizione alla logica, il mercato dell’estate 2022 tiene banco fra i tifosi milanisti ed i nomi che vengono puntualmente accostati al Milan diventano oggetto di lunghe discussioni ed accorati dibattiti. Un caso classico è quello di Andrea Belotti, detto il Gallo, centravanti del Torino, in scadenza di contratto con la società piemontese. Si tratta di un accostamento di mercato che dimostra quanto sia umorale l’orientamento dei tifosi. Affermiamo ciò sulla scorta di alcune considerazioni incontestabili dal punto di vista fattuale. Oggi un suo eventuale arrivo in maglia rossonera non viene infatti visto positivamente da una buona fetta della tifoseria milanista. Ciò è alquanto singolare. Cinque anni fa il nome di Andrea Belotti era quello più gettonato e forse maggiormente gradito dalla stragrande maggioranza del tifo rossonero. Il ragazzo aveva una clausola rescissoria di 100 milioni di euro ed era reduce da una stagione di alto livello con 26 reti realizzate in 35 partite di campionato. Per prenderlo sarebbe servita una movimentazione finanziaria considerevole.

 (Photo by Claudio Villa/AC Milan via Getty Images)

(Photo by Claudio Villa/AC Milan via Getty Images)

Quest’estate invece, qualora l’ipotesi diventasse realtà, il Gallo arriverebbe al Milan a costo zero, con uno score realizzativo di 100 reti in poco più di 250 partite di Serie A. Non più pertanto un giocatore d’annata quale era nell’estate 2017, bensì un centravanti che da sei stagioni va in doppia cifra di gol realizzati, pur giocando in una squadra non di prima fascia come il Torino. In tanti poi sottolineano che Belotti sarebbe un giocatore sempre infortunato. Senza dubbio è vero che in questa stagione il Gallo è stato particolarmente perseguitato dalle noie fisiche (un infortunio al tendine peroneo ed un infortunio al bicipite femorale). La sua storia fisica degli ultimi anni tuttavia ci dice che si tratta di un giocatore efficientissimo dal punto di vista atletico. Dal 2016 al 2021, Belotti ha saltato soltanto 19 partite di campionato, ossia una media di 4 partite a stagione. Come una rondine non fa primavera, non può certo dirsi che un giocatore con questo score sia un giocatore rotto (dizione molto frequente sui social, anche se decisamente poco elegante). Insomma non abbiamo certezze su un arrivo del Gallo in maglia rossonera, è una di quelle cose che potrebbero accadere come potrebbero non accadere. Tuttavia, ciò che andrebbe sottolineato è che sul conto del ragazzo di Calcinate girano troppe voci incontrollate e troppi pregiudizi figli delle fake news. Belotti è un attaccante da 100 reti in Serie A e con una storia di efficienza fisica importante (fatta eccezione per gli ultimi sei mesi). Se, davvero, arrivasse a costo zero al Milan non sarebbe un ripiego, bensì un rinforzo molto importante.

tutte le notizie di