Il Crotone vince 3-1 ma niente calcio: il Crotone parla solo di Sergio…

Il Crotone vince 3-1 ma niente calcio: il Crotone parla solo di Sergio…

La scomparsa di Sergio Mascheroni e la storia da incorniciare che arriva da Crotone

di Redazione DDD

di Franco Ordine –

Ci sono storie, tenere e delicate, che spesso finiscono nascoste e “ingoiate” dietro le quinte di partite e risultati che attraggono più di ogni altro elemento. L’ultimo caso è quello di Crotone, una città legata a una squadra di calcio e una squadra di calcio reduce da tre successi di fila. Storia ordinaria, direte tutti. È vero. Ma c’è qualcosa che la rende invece straordinaria.

Nei giorni scorsi, per un incidente fatale, è morto il preparatore atletico dello staff tecnico guidato da Giovanni Stroppa, Sergio Mascheroni, un professionista molto quotato, allevato alla scuola di milan lab. Bene: invece di onorarlo banalmente con il lutto al braccio e il minuto di raccoglimento, il presidente del Crotone ha organizzato una sorta di charter per andare in gruppo ai funerali di Sergio svoltisi a Como, cancellando il programma tradizionale di preparazione: dinanzi a eventi eccezionali, comportamenti eccezionali.

Sabato sera, dopo aver domato nettamente l’Entella, Stroppa invece di parlare di calcio, ha ricordato in sala stampa che esistono i rapporti umani nel calcio. E ha chiosato il 3 a 1 con queste parole: “Siamo andati ai funerali di Sergio pensando di fare forza alla sua famiglia e invece è stata la sua famiglia a dare forza a noi”. Fine della storia. Da incorniciare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy