DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN PROBLEMI DI CAMPO MA NON SOLO...

Milan, quando il Var è mezzo e mezzo: andata e ritorno, stesso arbitro…

MILAN, ITALY - APRIL 19: Referee Maurizio Mariani inspects a VAR review, which results the goal scored by Ismael Bennacer of AC Milan ( not pictured ) being ruled out, during the Coppa Italia Semi Final 2nd Leg match between FC Internazionale v AC Milan at Giuseppe Meazza Stadium on April 19, 2022 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Gli arbitri non sono il tema portante di una stagione, ma se se ne parla si va in profondità...

Redazione DDD

Analisi dalla pagina Facebook de I Casciavit -

Parliamo di arbitri molto poco, quasi mai, però esistono delle cose, delle situazioni nelle quali le cose vanno dette. Perché può aver fatto errori Tomori, può aver sbagliato alcune reti il Milan che davanti segna poco più per un problema di uomini dietro la punta che non per la punta stessa, questo è un discorso che ormai tutti conosciamo. Però ogni volta, ogni gara, succede qualcosa che nei momenti chiave delle gare ne indirizza l'esito. E guardate che non si fa questo discorso per complottismo o cercare scuse o non vedere limiti attuali della rosa che ci sono e che più volte abbiamo sottolineato.

Però se vado al VAR e vedo, scelgo. Non è un errore, è una scelta. Poi viene giustificata con i fuorigioco geografico, interpretativo e fesserie varie che in pratica fanno giurisprudenza perché succedono solo al Milan. Questi sono episodi a favore dell'Inter durante l'anno, più il possibile rosso a Lautaro non dato dallo stesso arbitro di ieri nella gara di andata. Anche qua unico caso forse nella storia di stesso arbitro tra andata e ritorno. Oltre al rigore su Giroud non dato. Queste cose hanno un peso. La rete di Bennacer cambia totalmente una gara, che non vuol dire vincerla, ma vuol dire che sei 2-1 a 30 min dalla fine. Chi ha giocato a calcio, sa come le gare cambiano anche psicologicamente. Da quell'episodio è finita la partita. Ecco non c'è tanto altro da aggiungere, ma il vero miracolo non è tanto essere in testa a 5 dalla fine e in semi di coppa Italia con una squadra con dei problemi, quanto che ci siamo lo stesso nonostante tutti gli episodi a sfavore.

Ricordate che se lancio una monetina, 50% diventa testa e 50% croce. Se tutte le scelte mezze e mezze pendono sempre a diventare testa con una squadra e croce con l'altra, c'è qualcosa che non va. E ormai a 5 dalla fine gli episodi non si riequilibrano cone si dice durante l'anno. Vorremmo parlare più di calcio che non stare a discutere di un sistema che ogni gara perde sempre più credibilità.

tutte le notizie di