Quelli delle ricadute, Florenzi-Conti-Ghoulam, 6 operazioni per 3 esterni: solo il romanista tornato ad alti livelli

Quelli delle ricadute, Florenzi-Conti-Ghoulam, 6 operazioni per 3 esterni: solo il romanista tornato ad alti livelli

La sfortuna, gli interventi chirurgici e gli esterni. Conti in difficoltà e Ghoulam non convocato. Solo Florenzi si è ripreso i suoi spazi.

di Redazione DDD

Il caso più fresco riguarda Ghoulam, ma solo pochi giorni dopo l’errore decisivo di Andrea Conti in Milan-Lecce: un rigore provocato con un errore personale. Entrambi sono reduci da due delicati interventi chirurgici. Prima della rottura del legamento crociato, il laterale algerino era uno dei migliori terzini sinistro del mondo, mentre Andrea Conti era stabilmente nel giro della Nazionale. Oggi di quei cigni a tutta fascia resta piuttosto poco. Solo Alessandro Florenzi, dei tre esterni operati due volte negli ultimi anni, si è ripreso i suoi spazi ed è a tutti gli effetti il capitano della Roma, non solo per titolo di nascita e per curriculum, ma anche per rendimento effettivo in campo.

Dal canto suo, in occasione della gara di Champions League contro il Salisburgo, Faouzi Ghoulam non è stato convocato. Carlo Ancelotti ha scelto di non portarlo con se, preferendo adattare Hysaj o Di Lorenzo sulla fascia mancina. La motivazione è nuda e cruda: rendimento non all’altezza, allenamenti non adeguati. Il Ghoulam vero, quello pre-interventi chirurgici, era imprescindibile. Oggi non altrettanto. Resta da vedere quando tornerà in campo invece dall’inizio Andrea Conti nel Milan. Stefano Pioli si appresta ad accogliere nuovamente Davide Calabria al rientro dalla squalifica e sul capo dell’ex Atalanta pesano i due gol presi dalla sua fascia contro il Lecce e i mugugni dei tifosi.

Forse a favore di Florenzi, oltre al carattere e all’esperienza, giocano anche i tempi. Dei tre incursori di fascia, è quello che si è infortunato prima. E che quindi è tornato prima. Anche se le assenze ad alto livello di Ghoulam e le amnesie di Conti un po’ preoccupano. Florenzi aveva accusato il primo infortunio il 26 ottobre 2016: rottura del legamento crociato anteriore. A poche settimane dal rientro, durante un allenamento con la squadra Primavera, riporta un trauma distorsivo allo stesso ginocchio operato, dal quale si evidenzia una nuova rottura del legamento crociato anteriore per la quale è stato operato il 17 febbraio 2017.

I problemi di Conti nascono invece il 15 settembre in allenamento, quando si rompe il crociato anteriore del ginocchio sinistro, ma il 27 marzo 2018, durante l’allenamento mattutino, si procura una nuova lesione al ginocchio già precedentemente operato che lo costringe ad un nuovo intervento chirurgico. a ruota, proprio Ghoulam: il 1′ novembre 2017, durante l’incontro di Champions League con il Manchester City rottura del legamento crociato del ginocchio destro e il 9 febbraio 2018 infortunio allo stesso ginocchio già operato in precedenza, subendo una frattura trasversale della rotula.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy