Brighton-Chelsea, razzismo e omofobia, il Club di casa consegna 3 tifosi alla polizia: arrestati!

Brighton-Chelsea, razzismo e omofobia, il Club di casa consegna 3 tifosi alla polizia: arrestati!

Dura presa di posizione del Brighton che ha individuato i protagonisti degli episodi con i propri strumenti di sorveglianza interna al termine di Brighton-Chelsea 1-1

di Redazione DDD

Ancora una volta il Brighton ha dovuto comunicare l’arresto e il daspo a vita nei confronti di due propri tifosi, uno per gesti ed espressioni razziste nei confronti dei giocatori del Chelsea e uno per abuso omofobo contro i tifosi del Chelsea.

Anche un tifoso del Chelsea, al termine di Brighton-Chelsea 1-1 di ieri è stato espulso dagli amministratori del club per abuso omofobico contro i tifosi di casa. Tutti e tre sono stati arrestati dalla polizia del Sussex fuori dallo stadio e ora sono in stato d’accusa.

L’amministratore delegato e vicepresidente Paul Barber ha dichiarato: “Ancora una volta la nostra squadra di sicurezza e di amministrazione, insieme alla polizia del Sussex, ha dovuto affrontare tre casi separati e indesiderati di disgustosi razzisti e abusi omofobi.

“Se la prospettiva di un divieto di vita a guardare le loro squadre giocare a calcio non è un deterrente abbastanza forte, dobbiamo porci la domanda se i tribunali debbano avere il potere di dare punizioni più severe? Il calcio può fare solo così tanto e siamo stufi che la reputazione del nostro sport venga offuscata da queste persone.

“Trovo impossibile capire come e perché alcune persone pensano che sia accettabile comportarsi in questo modo, e ancora una volta chiarirò che né Brighton & Hove Albion né la più ampia comunità calcistica tollereranno il razzismo, l’omofobia o qualsiasi altra altra forma di discriminazione in qualsiasi momento.

“Vogliamo esortare di nuovo tutti i nostri tifosi, in tutti i casi di comportamenti discriminatori simili nel nostro stadio, di segnalarli immediatamente, direttamente a uno steward o tramite la nostra hotline anonima, e continueremo a intraprendere le azioni più forti possibili contro tali individui. Queste persone non sono benvenute nel nostro stadio o in generale alle partite di calcio “.

Poiché si tratta di un’indagine criminale attiva e in corso, il Brighton come club non farà ulteriori commenti in questa fase.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy