Curdi, l’offensiva della Turchia: Erdogan schiera in campo anche la Nazionale turca

Curdi, l’offensiva della Turchia: Erdogan schiera in campo anche la Nazionale turca

Polemiche per il saluto militare dei giocatori al termine di Turchia-Albania 1-0

di Redazione DDD

L’offensiva della Turchia in Siria, nella zona occupata dai curdi, sta preoccupando il mondo. Il dittatore Erdogan ha schierato anche la Nazionale turca a favore di questa offensiva, come dimostra il saluto militare fatto dai giocatori al termine della partita Turchia-Albania 1-0. Prima del saluto di gruppo, avevano fatto discutere le prese di posizione in favore dell’azione di Erdogan da parte di giocatori turchi in Italia, come lo juventino Demiral e il giallorosso Under.

In un tweet del difensore bianconero, sotto una foto in cui un soldato turco porge la mano a una bimba, si legge che “la missione è di prevenzione contro il terrore a cavallo del confine, riportando due milioni di siriani in territori sicuri. Il Pkk e l’Ypg sono stati responsabili della morte di circa 40 mila persone, incluse donne, bambini e neonati”.

Anche il giovane romanista Under, sempre su Twitter, ha postato una sua foto con la maglia della Roma e la sua tipica esultanza del saluto militare, con tre bandiere della Turchia. È il gesto di ossequio ai militari che diversi calciatori turchi usano, che Under apprese ai tempi della sua militanza nel Basaksehir, squadra vicina proprio a Erdogan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy