Giustizia per Dani Alves, il ladro che rapinava i calciatori è finalmente in carcere

Dani Alves, giustizia è fatta

di Redazione DDD

di Nicolò Pompei

20 febbraio 2019, il Paris Saint Germain travolse 5-1 il Montpellier al Parco dei Principi giocando una gran partita portandosi ad un passo dalla conquista del titolo, lasciando il Lille a 14 lunghezze di distanza.

Dani Alves ai tempi del PSG

Una grande serata per Dani Alves e compagni, peccato però che una brutta sorpresa attese il terzino brasiliano al rientro nella sua villa a Neuilly-sur-Seine, un comune nella periferia di Parigi. Alcuni ladri entrarono all’interno dell’abitazione portando via orologi e gioielli dal valore di quasi mezzo milione di euro. A distanza di un anno e mezzo però, l’attuale giocatore del San Paulo ottiene giustizia. Gli inquirenti francesi li definirono “super professionisti”, si pensava che addirittura pedinassero i giocatori dal campo di allenamento fino alle loro case, ora però il rapinatore è stato finalmente catturato e condannato a 2 anni di carcere.

Tuttavia l’ex Juventus non è stato l’unico membro della squadra parigina ad aver subito un furto da parte della stessa persona, in effetti il condannato pare essere lo stesso che uscì dalla villa di Thiago Silva con il bottino all’interno di un borsone del PSG e che rubò anche nelle case di Choupo-Moting e Kurzawa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy