Il derby di Berlino e gli uomini incappucciati: arbitro preoccupato, l’Union al fianco della Polizia

Il derby di Berlino e gli uomini incappucciati: arbitro preoccupato, l’Union al fianco della Polizia

Fuochi pirotecnici e derby a rischio a Berlino per il comportamento delle due curve. L’indignazione post partita di Polter (Union Berlino) e Covic (Hertha Berlino)

di Redazione DDD

Rafal Gikiewicz, portiere dell’Union Berlino non ha solo dovuto saltare a destra e sinistra fra i pali della sua porta per sventare gli attacchi dell’Hertha nel derby comunque vinto dalla sua squadra, ma ha dovuto anche allontanare dal campo, durante la partita, alcuni sostenitori dell’Union vestiti di nero che avevano attraversato il recinto del campo e volevano andare dall’altra parte dello stadio. Lì, dove stavano i fan dell’Hertha Berlino e continuavano a sparare razzi pirotecnici.

L’escalation è aumentata, poco dopo il fischio finale del primo derby della Bundesliga di Berlino tra Union e Hertha. Ma è stato grazie ai giocatori Köpenickers (Union Berlino) che non ci sono state sommosse nello stadio. “Noi giocatori abbiamo il dovere di impedire ai nostri fan di fare cose stupide”, ha detto Sebastian Polter, autore del gol decisivo allo scadere per l’1-0 finale, che, insieme ai suoi colleghi, ha domato la truppa di pseudo-combattimento mascherata e ha impedito loro di attaccare il settore ospiti.

“Riesco a capire le emozioni. Ma a volte si va oltre i confini. Oggi molti padri con bambini piccoli erano nello stadio. Se vanno a casa con la paura, non deve essere così “, ha dichiarato Ante Covic, tecnico dell’Hertha. I sostenitori della sua squadra si erano distinti non solo per accendere fuochi pirotecnici nel loro settore, ma anche per spararli e quindi mettere a rischio l’incolumità delle persone”. Ciò ha portato all’inizio della seconda metà anche quasi alla sospensione definitiva del derby. “La massima priorità è stata quella di finire la partita. Eravamo in contatto con la polizia. Ero preoccupato per la sicurezza dei giocatori “, ha detto l’arbitro Deniz Aytekin. Aveva interrotto il gioco per cinque minuti.

Prima della partita, i tifosi di entrambe le squadre si erano già scontrati. I tifosi Herthaniani avevano organizzato una marcia a Friedrichshain, dove i venditori di birra hanno fatto buoni affari. Lungo il tragitto da Boxhagener Platz alla stazione della S-Bahn Warschauer Strasse, sono state lanciate alcune bottiglie. Ma non si è andati oltre. Anche i tifosi Unioner hanno marciato, attraverso Köpenick strasse. All’interno dello stadio, tuttavia, l’aumento dell’attività pirotecnica, in particolare tra i tifosi dell’Hertha, è diventato presto un problema.

Già alla presentazione delle coreografie, i primi razzi sparati nell’area. Per cui gli Herthaniani probabilmente si sono sentiti molto stimolati dall’esibizione marziale dei fan dell’Unione. Gli striscioni Union recitavano: “La profezia dell’oracolo di Kopenick. Arrivato alle Olimpiadi di calcio, dopo un’odissea apparentemente infinita, ora vinci la tua più grande battaglia. D’ora in poi questo significherà per il tuo avversario, prima il peccato, ora la morte. Spreeathen è bianco e rosso “. L’Union Berlino come club ora vuole fornire tutto il materiale visivo per aiutare la polizia, che avvierà una inchiesta penale, nelle indagini sugli incidenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy