DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

PORTO-MILAN 1-0

Il Milan perde ad Oporto ma non è ancora finita per la qualificazione

FC Porto's Colombian midfielder Luis Diaz celebrates after scoring a goal during the UEFA Champions League Group B football match between FC Porto and AC Milan at the Dragao stadium in Porto on October 19, 2021. (Photo by FERNANDO VELUDO / AFP) (Photo by FERNANDO VELUDO/AFP via Getty Images)

Zero punti dopo tre gare e ben quattro da recuperare per tentare una rimonta storica su Atletico e Porto. Ma la sconfitta nasce da un altro errore arbitrale

Redazione Derby Derby Derby

di Valentino Cesarini -

Tre gare e altrettante sconfitte nel girone di Champions League per il Milan di Pioli, che si avvicina all’eliminazione. Non era mai successo nella storia rossonera un avvio così disastroso in Europa. Sicuramente qualche errore arbitrale decisivo.

 (Photo by Jose Manuel Alvarez/Quality Sport Images/Getty Images)

Abbiamo parlato del rigore assegnato all’Atletico a San Siro, ma anche questa sera il gol del Porto a opera di Diaz, nasce da un fallo evidente non sanzionato né da Brych né dal VAR. Peccato, ma è sotto gli occhi di tutti che il Milan in Europa negli ultimi anni è stato penalizzato (Arsenal, Manchester United, Atletico e Porto). Servirebbe una presa di posizione o comunque una protesta all’Uefa da parte della società rossonera, perché altrimenti il lavoro fatto in Italia viene rovinato in maniera anche abbastanza ridicola.

 (Photo by Jose Manuel Alvarez/Quality Sport Images/Getty Images)

Dicevamo però delle assenze. Troppe, fra infortuni muscolari, infortuni traumatici e covid. Oggi il Milan si è presentato senza Maignan, Theo Hernandez, Florenzi, Kessiè (squalificato), Diaz, Rebic e Messias, più i due portieri Mirante e Plizzari. Più Giroud e Ibra, i due arieti rossoneri al 50% della loro forma: il primo è reduce dal Covid e da una botta alla schiena, il secondo da un problema fisico. Togliete cinque titolari a qualsiasi squadra e sicuramente i risultati saranno diversi…soprattutto in campo europeo.

 (Photo by FERNANDO VELUDO/AFP via Getty Images)

Difficile giocare ogni tre giorni con una rosa ridotta all’osso, perché le famose “riserve” sembrano in difficoltà in questo avvio di stagione. Peccato per questo cammino in Champions (ed Europa League) si interromperà a dicembre, salvo miracoli che però avrebbero davvero dell’incredibile, ma a questo punto il Milan dovrà cercare di recuperare qualche pedina e soprattutto continuare a fare punti in Serie A.

 (Photo by Jose Manuel Alvarez/Quality Sport Images/Getty Images)

Bologna, Torino, Roma e derby (fra giallorossi e Inter ci sarà il Porto a San Siro) prima della sosta sono avversarie toste e che venderanno cara la palle, ma il Milan deve cercare di fare punti su punti, per cercare di arrivare fra le prime quattro e ri-giocare la massima competizione la prossima stagione. Non sarà facile, ma se la dea bendata (e qualche errore arbitrale in meno) premiasse a volte il Milan, allora sarà possibile chiudere fra le prime quattro.

 

tutte le notizie di