Milan su tutti i fronti: Arnault ed Han Li, il mercato e i cori che nessuno ha sentito

Attualità rossonera

di Redazione DDD

di Mattia Marinelli –

Armani svela il segreto “Arnault vuole il Milan” ma arrivano smentite, lo stilista italiano perla dell’interessamento del gruppo LVMH per il Milan ma dalla Francia negano, il portavoce di Arnault “Non abbiamo mai pensato al Milan”. Eppure secondo altre fonti la vicenda Elliott-Arnault sarebbe ad una fase decisiva della trattativa, giorni caldi: il futuro comincia adesso, a fari spenti va avanti la trattativa pr la cessione del club a Bernard Arnault: l’ex Ariedo Braida pronto a tornare. In tutto questo David Han Li, ex direttore esecutivo del Milan cinese: “Via dal club per colpa di Elliott”, in una intervista a Forbes: “Ci hanno messo troppa pressione quando stavamo rifinanziando il debito. E’ stato un incubo”. David Han Li ha segnato con Yonghong Li una parentesi piena di misteri e ieri ha raccontato la sua verità a Forbes: “Perdevamo 10 milioni al mese, abbiamo dovuto mettere molto più capitale di quanto ci eravamo aspettati. Avevamo contro persone importanti, siamo stati danneggiati”.

Lato mercato, Kjaer per sei mesi: c’è l’ok rossonero, Politano è un’idea. Il danese dell’Atalanta soluzione a tempo, l’interista per l’attacco. Piace anche Under. Politano potrà trasferirsi solo a titolo definitivo, per non meno di 20 milioni. L’idea di rinnovare la fascia destra è una esigenza che il Milan valuta da un po’.  Kjaer-Christensen, quindi si allontana Todibo: lui e il Barcellona aprono solo a un prestito di 6 mesi che non interessa al Milan. Intanto Pepe Reina avrebbe raggiunto un accordo con l’Aston Villa. L’opera di ristrutturazione della difesa inizia già da questo mercato invernale. Il Giorno, si stanno muovendo in tanti per mettere le mani sul bomber polacco Piatek: dal West Ham al Siviglia, dal Bayer Leverkusen al Newcastle. Ma la proposta più concreta sembra essere quella dell’Aston Villa che avrebbe messo sul piatto 30 milioni. Intanto, con un post sul profilo Instagram della sua agenzia, Roberto De Fanti, agente di Fabio Borini, ha indicato le sei squadre che hanno fatto una proposta al suo assistito, ovvero Parma, Fiorentina, Spal, Verona. Sampdoria e Genoa. A giorni la decisione.

E’ polemica sui presunti cori che sarebbero stati intonati da alcuni tifosi del Milan lunedì a San Siro con un indegno riferimento al ponte Morandi, la Sampdoria puntualizza che al momento non ha ricevuto segnalazioni reali di questi cori. Secondo Il Secolo XIX, i cori sarebbero stati intonati da gruppuscoli di tifosi al secondo anello verde e non dalla curva Sud, unanime indignazione, la Digos sta indagando ma al Milan i cori non risultano, Luca Lucci della curva sud rossonera: “Giù le mani dai tifosi del Milan, nessuno ha sentito o detto cose così imbarazzanti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy