Moglie aggredita? Ryan Giggs nega tutto, ma le convocazioni della Nazionale gallese slittano…

Il manager del Galles Ryan Giggs ha negato le accuse di aggressione alla moglie, dopo che i media britannici avevano riferito che era stato arrestato a seguito di una forte lite a casa sua.

di Redazione DDD

“Il signor Ryan Giggs nega tutte le accuse di aggressione mosse contro di lui “, hanno detto gli avvocati del 46enne ex bandiera del Manchester United: “Sta collaborando con la polizia e continuerà ad assisterla nelle indagini in corso”. Il Sun aveva riferito che domenica notte la polizia è stata chiamata a casa dell’ex ala del Manchester United dopo aver ricevuto segnalazioni di schiamazzi. Il giornale ha citato le parole della polizia di Greater Manchester: “La polizia è stata chiamata domenica alle 22.05 per segnalare atti violenti. Una donna sulla trentina ha riportato ferite lievi ma non ha richiesto alcun trattamento. “Un uomo di 46 anni è stato arrestato perché sospettato di aggressione sezione 47 e aggressione comune sezione 39”. È stato rilasciato su cauzione in attesa di indagini, ha aggiunto il giornale prima che si risalisse a tutti gli effetti al momento di Giggs.

Ryan Giggs a Dublino prima del match con l’Eire nello scorso mese di ottobre (Photo by Charles McQuillan/Getty Images)

L’associazione di calcio gallese (FAW) ha preso atto delle accuse contro Giggs: “Il FAW è a conoscenza di un presunto incidente che coinvolge il manager della squadra nazionale maschile Ryan Giggs”, ha detto in una nota. “Il FAW non farà ulteriori commenti in questo momento”. Il Galles avrebbe dovuto diramare l’elenco dei convocati della propria squadra oggi per le partite di novembre contro Stati Uniti, Irlanda e Finlandia, ma ha preferito rinviare secondo quanto trapela dagli stessi ambienti federali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy