Moussa Marega non ci sta: segna a Guimaraes, riceve insulti razzisti e lascia il campo e scrive “Vergogna!”

Moussa Marega non ci sta: segna a Guimaraes, riceve insulti razzisti e lascia il campo e scrive “Vergogna!”

Vitoria Guimaraes-Porto 1-2, ma il risultato passa in secondo piano

di Redazione DDD
Lo sfogo di Marega sui social
Il giocatore del Porto lascia il campo: oltre 7 milioni di visualizzazioni del video su Twitter

L’attaccante del Porto Moussa Marega ha abbandonato il campo nel corso della sfida fra Vitoria Guimarães e Porto in seguito ad alcuni insulti razzisti nei suoi confronti. L’episodio è avvenuto intorno al 70′ quando, secondo la ricostruzione di Abola, Marega ha fermato il gioco e nonostante l’intervento di compagni di squadra e avversari, è uscito dal rettangolo di gioco condannando il comportamento dei tifosi di casa. L’allenatore del Porto Sergio Conceicao nel dopo partita ha sottolineato che i primi versi di stampo razzista nei confronti di Marega erano arrivati nel corso del riscaldamento.

La situazione è degenerata al momento del gol del 2-1 del Porto realizzato dallo stesso Marega con l’attaccante che ha esultato indicando il colore della sua pelle ottenendo in risposta un lancio di sedie da parte dei tifosi del Vitoria Guimarães e un’ammonizione da parte del direttore di gara. “Siamo completamente indignati per quello che è successo – ha aggiunto Sergio Conceicao. – Conosco la passione che anima i tifosi del Vitoria e penso che la maggior parte dei fan non si riveda nell’atteggiamento di quelle persone che oggi hanno insultato Moussa”.

Solidarietà per Marega anche dall’Inghilterra
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy