Newell’s Old Boys: caroselli d’auto dei tifosi senza distanziamento per le vie di Rosario, cori per Messi “Torna a casa!”

La città di Rosario invasa dai sostenitori di Leo Messi

di Redazione DDD

Lionel Messi non ha mai nascosto il suo desiderio di giocare per il club della sua città natale, il Newell’s Old Boys e sebbene la sua decisione di lasciare Barcellona abbia spinto a ballare per le strade di Rosario tantissimi tifosi, la maggior parte dei fan sa che probabilmente non è ancora arrivato per lui il tempo di tornare a casa. Eppure funzionari e sostenitori del club credono che Messi un giorno indosserà la loro maglietta, metà rossa e metà blu, ma sono consapevoli che all’età di 33 anni, Messi giocherà qualche anno in più in Europa prima di tornare a casa per un romantico canto del cigno.

“Come fan del Newell, voglio che venga qui, ma sappiamo che è impossibile”, ha detto ai giornalisti Daniel Valvi, un pensionato di 65 anni a Rosario, una città di 1,5 milioni di persone a 300 km a nord-ovest di Buenos Aires. “Se verrà, verrà tra quattro anni o giù di lì quando avrà quasi finito, quindi potrà dire, sto giocando qualche partita per Newell’s e poi mi ritiro”. Ma mentre molti fan di Newell’s si accontentano di aspettare il ritorno del loro eroe, altri non sono stati così pazienti, tanto che centinaia di sostenitori sono scesi nelle strade della città per mostrare il loro sostegno. Un corteo di auto si è fatto strada dallo stadio Marcelo Bielsa di Newell al centro di Rosario con i fan che suonavano il clacson, sventolando bandiere e cantando canzoni dalle auto

“Olele, Olala, Messi è di Newell, non andrà al City”, hanno cantato i tifoso, riuniti dai social media e ignorando le distanze sociali. “Non dobbiamo fare alcuna chiamata”, ha detto questa settimana Juan José Concina, segretario generale di Newell a una stazione radio locale a Rosario. “Nessuno sa più chiaramente di Messi che il Newell’s vuole che venga qui. E questo non dipende da una telefonata. Dobbiamo essere calmi al riguardo. Non si tratta solo del Newell’s, il suo arrivo qui sarebbe positivo non solo per la nostra istituzione ma per il calcio argentino nel suo insieme. Ecco perché sono d’accordo che sia una questione di Stato, perché sarebbe una vera spinta per il calcio in Argentina “.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy