DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

CHIUSURA PARZIALE

Ok al ricorso post derby: Betis, chiusa solo la tribuna da cui è stata lanciata l’asta in campo

SEVILLE, SPAIN - OCTOBER 21: General view inside the stadium prior to the UEFA Europa League group G match between Real Betis and Bayer Leverkusen at Estadio Benito Villamarin on October 21, 2021 in Seville, Spain. (Photo by Fran Santiago/Getty Images)

Il Comitato d'Appello della Federcalcio spagnola ha accolto l'appello del Betis per la chiusura dello stadio Benito Villamarín e ha proposto di chiudere solo una parte della casa del Betis dopo i fatti del derby di Coppa.

Redazione DDD

Il giudice sportivo aveva deciso circa undici giorni fa di chiudere completamente lo stadio Benito Villamarín per due partite a causa di quanto accaduto nella partita di Copa del Rey contro il Siviglia. Il Betis ha fatto ricorso, sul quale si è pronunciata lunedì 31 gennaio la Commissione d'Appello della Federcalcio spagnola. L'appello propone di ridurre la chiusura totale della casa del Betis ad una chiusura parziale dello stadio durante le stesse partite. Ciò significa che il Betis non avrebbe dovuto giocare altrove, poiché si pensava che aprisse allo stadio La Cartuja, sempre a Siviglia, per questo.

Quello che dovrebbe fare il Betis, quindi, è chiudere la parte degli spalti da cui è stata lanciata la sbarra di PVC contro il calciatore del Siviglia Joan Jordán. Infatti: "Si propone una sanzione per la chiusura parziale dello stadio Benito Villamarín per due partite", ha affermato brevemente la RFEF nella sua dichiarazione.

tutte le notizie di