DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

QUANDO TOCCA AL VAR

Paolo Casarin: “Tra arbitro e Var mutuo soccorso, non capisco le polemiche”

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 27:  Paolo Casarin attends the FC Internazionale at Milano Calcio City Event on September 27, 2018 in Milan, Italy.  (Photo by Vincenzo Lombardo - Inter/FC Internazionale via Getty Images)

Quando l'arbitro non vede qualcosa in campo...

Redazione DDD

Riguardo ai recenti episodi arbitrali controversi, la redazione di DerbyDerbyDerby.it ha intervistato in esclusiva Paolo Casarin, ex direttore di gara. Come giudica le polemiche post Inter-Juventus e Roma-Napoli? “Secondo me c’è un principio sacrosanto, che forse qualcuno sta dimenticando”. Quale? “Che il Var interviene quando l’arbitro di campo non vede qualcosa. E’ un mutuo soccorso per i direttori di gara. Non capisco, ogni volta, il fondamento delle polemiche”. Per protocollo, tuttavia, il Var non dovrebbe prevaricare sul direttore di gara… “Non ho detto questo. Il Var è uno strumento ausiliare per l’arbitro, che – venendo richiamato – può consultare le immagini di un determinato episodio”.

 (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Domanda banale: se il Var è uno strumento così salvifico per quali ragioni le polemiche sonorimaste? “Intanto molti errori evidenti, che vedevamo in passato, sono scomparsi. Il Var è uno strumento ausiliare dell’arbitro sul terreno di gioco. Punto e basta. Nulla di più”. Non ritiene tuttavia che, essendo gli arbitri professionisti e “in carriera”, possano “ostacolarsi” a vicenda a seconda dalla designazione in sala Var o sul terreno di gioco? “Assolutamente no. Per nessun motivo. Anzi: un arbitro in campo non è condizionato in nessun modo. Può solo sentirsi più sicuro perché c’è un suo collega in sala Var che lo può consigliare”.

Giudica collaborativo e migliorato il comportamento da parte dei tesserati? Proteste e espulsioni degli allenatori non sembrano mancare ogni giornata…“Perché ora comanda lo show di allenatori che protestano nella maniera più buffa possibile e alle tv va bene così. Ai miei tempi, se un allenatore usciva dall’area tecnica, veniva espulso”.

tutte le notizie di