Real Madrid, lo storico Michel sugli infortuni di Eden Hazard: “Sono troppi, forse non regge la pressione”

Míchel ha rilasciato un’intervista in cui non ha esitato a fare riferimento ai continui infortuni di Eden Hazard al Real Madrid. Inoltre, il tecnico spagnolo ha espresso il suo punto di vista sul tentativo di lasciare Leo Messi dal Barcellona.

di Redazione DDD

In una dichiarazione rilasciata al quotidiano ‘AS’, Míchel, ex giocatore del Real Madrid e storico componente della Quinta del Buitre, ha colto l’occasione per fare riferimento ai continui infortuni di Eden Hazard: “Gli infortuni sono l’handicap più difficile da prevedere nel calcio. A volte è un problema psicologico, per esempio, dovuto alla pressione, come accaduto all’epoca a Prosinecki. Oggi i giocatori sono molto più attenti di prima ed è strano che gli infortuni derivano dall’ignoranza di alcuni aspetti fisiologici del giocatore”, ha spiegato il tecnico spagnolo. Hazard ha già una storia sospetta di infortuni. Ma quando un giocatore viene comprato per cifre così esorbitanti, tutta l’attenzione ricade su di lui e la pressione è più soffocante, e questo può avere ripercussioni sotto forma di infortuni”.

Zinedine Zidane e Hazard (Photo by Peter Powell/Pool via Getty Images)

Lo stesso Michel ha inoltre fatto riferimento anche al conflitto per la tentata partenza di Leo Messi dal Barcellona: “È stato risolto come previsto. Ho l’impressione che qualcuno lo abbia reso un po’ precipitoso, perché Messi e Barça sono condannati a capirsi. Nessun club si sarebbe rivoltato contro un altro a quel livello”. Infine, ha fatto riferimento alla possibilità di allenare Barcellona o Atlético Madrid un giorno: “Anche se il calcio è un business prima di tutto, i club sono molto influenzato dai cuori e sentimenti del tifosi. Per questo motivo, se il Barça o l’Atlético fossero allenati da una persona come me che ha una storia alle spalle al Real Madrid, non sarebbe credibile. Anche se io lo farei con gli stessi valori che mi hanno insegnato al Real Madrid: vincere sempre”, ha detto Michel.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy