Uruguay, Sebastián Abreu si è dimesso da allenatore del Boston River: ma a 43 anni rimane come giocatore…

L’uruguaiano aveva svolto la doppia funzione da gennaio di quest’anno, ma la sua squadra è arrivata ultima nell’Apertura e non ha iniziato nel migliore dei modi il torneo intermedio.

di Redazione DDD

Il calciatore Sebastián El Loco Abreu, 43 anni, si è dimesso ieri dalla carica di allenatore, ma continua come giocatore del Boston River di Montevideo, ed è quindi a sua volta in attesa della nomina del nuovo tecnico…al “suo” posto. Lo ha confermato la società. L’attaccante, arrivato al club nel luglio 2019, ha unito i compiti di allenatore e giocatore in questa stagione, ma la cattiva situazione sportiva della squadra di Montevideo lo ha portato a presentare le sue dimissioni. La sua squadra ha perso domenica 0-3 contro il River Plate, guidato dall’ex allenatore uruguaiano Jorge Fossati: era la seconda sconfitta in tre partite dell’Uruguay Intermediate Soccer Tournament. Nella classifica annuale, la squadra in maglia verde è ultima in classifica, con tre vittorie, 7 pareggi e 8 sconfitte, a pari merito con il Plaza Colonia.

L’esperto attaccante aveva assunto la posizione di tecnico a gennaio dopo la partenza di Martín García, a dicembre 2019. All’epoca si era accordato con i dirigenti per assumersi la responsabilità tecnica del gruppo, ma con la possibilità di continuare a far parte della squadra anche sul campo, anche come giocatore. “Conosceva già la rosa, le impalcature del club, voleva fare un passaggio da giocatore ad allenatore ed è successo involontariamente perché la partenza di García è stata inaspettata”, ha detto Roberto Perdom, presidente del Boston River, in dialogo con il Sito di riferimento della società. Mercoledì il Boston River giocherà una partita chiave contro il Danubio e ovviamente Abreu ha capito che la cosa migliore era non essere quello a capo della squadra in quel momento, quindi il suo posto sarà occupato temporaneamente da Juan Ahuntchaín. La grande domanda è se l’ex giocatore di San Lorenzo, Rosario Central e River, tra le altre squadre, continuerà in rosa, poiché secondo diversi giornalisti uruguaiani sui social, El Loco deciderà il suo futuro nei prossimi giorni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy