DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

IN OGNI CASO DOVEVA GIOCARSELA MEGLIO

CAPU…T DERBY – Il Gabbione

CAPU…T DERBY – Il Gabbione

L'impresa del Villarreal contro il Bayern Monaco, l'ossessione su Allegri e la Juve e la legge scritta a Livorno

Redazione DDD

di Giovanni Capuano -

Ho fatto un esperimento social(e) l'altra sera. L'ho fatto un minuto dopo la fine della partita che ha mandato il Villarreal in semifinale di Champions League a spese del Bayern Monaco e l'esito è stato per me sorprendente. E' bastato postare su Twitter #Allegri, senza aggiungere altro, per raccogliere centinaia di risposte, tanti insulti e alcune ragionate, tutte unite da un unico filo: utilizzare l'impresa del Villarreal per tornare a parlare della figuraccia di Allegri e della Juventus.

 La rubrica di Giovanni Capuano

Una sorta di ossessione trasversale. Dei tifosi juventini, in parte con la voglia di rivalutare la stagione europea conclusa con il naufragio proprio contro gli spagnoli, e dei tifosi anti-juventini terrorizzati dalla sola idea che l'impresa di Monaco potesse cambiare il giudizio sull'odiato nemico. Per quanto mi riguarda non è così: l'uscita agli ottavi della Champions League contro un avversario alla portata è e rimane un fallimento, al di là di quello che ha spiegato Arrivabene e cioè che nel budget stagionale era previsto stare nella seconda fase e basta. Certo, il Villarreal reduce già dalla conquista dell'Europa League non era un materasso e gli episodi hanno inciso, ma questo valeva anche prima che facesse fuori il Bayern Monaco. Semplicemente Allegri aveva il dovere di passare oltre gli ottavi giocandola meglio di come è stato fatto.

Vale per lui la legge che nel calcio vale per tutti e che lui stesso ha più volte evocato. E' la legge del Gabbione, quel luogo a Livorno dove giocano tutti ma alla fine ha ragione chi vince e torto chi perde. E dove se perdi con continuità, come sta facendo questa ultima Juventus in Europa, una spiegazione c'è e non è di sicuro la sfortuna. Quindi il voto non cambia, almeno il mio. In fondo anche l'allenatore del Bayern, Nagelsmann, l'ha detto con grande onestà: andare fuori per mano della settima della Liga non è da grande squadra e nemmeno la vittoria in Bundesliga, praticamente certa, cambierà il giudizio sulla sua stagione. Deludente. Come quella di Allegri che il campionato se l'è visto fuggire via con largo anticipo.

tutte le notizie di