DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

A FUTURA MEMORIA

CAPU…T DERBY – La lezione del caso Suarez

CAPU…T DERBY – La lezione del caso Suarez

L'archiviazione dell'inchiesta di Perugia da parte della giustizia sportiva e i processi fatti sui giornali

Redazione DDD

di Giovanni Capuano -

L'archiviazione, per ora, dell'inchiesta della magistratura sportiva sul caso Suarez a Perugia dovrebbe dare qualche insegnamento a chi frequenta le cose calcistiche in Italia. Intanto che i provvedimenti si leggono, almeno, prima di commentarli evitando di fermarsi alla prima riga arrivando così a conclusioni affrettate. Nel caso dell'esame farsa dell'attaccante ex Barcellona, ad esempio, si sarebbe scansato il pericolo di urlare all'insabbiamento e si sarebbe compreso il meccanismo dell'archiviazione allo stato degli atti, con possibilità di nuovo approfondimento in caso di trasmissione di altri documenti da parte dei magistrati perugini.

 La rubrica di Giovanni Capuano

E poi si sarebbe inteso come la giustizia sportiva si occupa di uomini e cose dello sport, in questo caso il calcio, e non può prestarsi a processi che ne escano dal recinto. Dunque, nessuno nega che la storia di Perugia sia una storia in cui tutti i protagonisti hanno fatto una figura pessima a dir poco. Però per arrivare a squalifiche o penalizzazioni (o peggio, quello che si auguravano gli accusatori da bar sport) mancava un elemento fondamentale e cioè il coinvolgimento diretto dei tesserati. E gli avvocati della Juventus? Per la giustizia sportiva tesserati non sono, fino a prova contraria. Se poi uscirà altro si vedrà, l'archiviazione è allo stato degli atti e non tombale.

La lezione dovrebbe servire anche a futura memoria. In gioco ci sono alcune inchieste molto profonde sul sistema calcio, ma ha ragione il presidente della Federcalcio Gravina quando dice che i processi non si fanno sui giornali, a furia di stralci e intercettazioni pubblicati a cadenza regolare. Quindi sarà necessario attendere con pazienza l'arrivo di tutte le carte e poi vagliarle con attenzione. Magari non risponde ai desideri dei forcaioli da stadio, ma l'amministrazione della giustizia (anche quella sportiva) funziona così ed è una garanzia per tutti. Anche perché, nel caso dell'inchiesta sulle plusvalenze, l'eventuale quadro di sistema potrebbe essere molto più ampio di quanto riferito alla Juventus e non solo perché le operazioni a specchio indicate dalla Procura di Torino si fanno per definizione in due. Quindi chi oggi fa il giustizialista sbrigativo, domani potrebbe trovarsi nella posizione dell'accusato e chiedere che ogni cosa sia passata sotto la lente dei codici. Improvvisamente iper garantista.

tutte le notizie di