DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

ISTRUZIONI PER L'USO

CAPU…T DERBY – Tutti colpevoli…tutti colpevoli

CAPU…T DERBY – Tutti colpevoli…tutti colpevoli

Dai servi del potere (bianconero) alle domande impossibili ai presunti esperti: guida rapida per seguire l'inchiesta più amata dai bar sport italiani

Redazione DDD

di Giovanni Capuano -

Breve guida per seguire la vicenda giudiziaria che sta investendo la Juventus e, di sponda, il calcio italiano nella sua interezza. In attesa di capire cosa c'è davvero nelle carte sequestrate dalla Guardia di Finanza alla Continassa e quanto arrosto si nasconda sotto il fumo sollevato da un'indagine che si è rapidamente guadagnata le prime pagine dei giornali sportivi e non. Avvertenza preliminare: scrivere o sostenere che il processo sportivo potrebbe essere 'spinto' dalla pressione dell'opinione pubblica è il modo migliore per delegittimarlo dando ragione a chi evoca complotti. E facendo venire il prurito a chi è garantista davvero. Garantista, non complice.

 La rubrica di Giovanni Capuano

Ecco il resto della guida:

1) Allo stato attuale nessuno o quasi ha ancora capito esattamente quale sia la portata delle accuse alla Juventus. Inutile quindi continuare a tormentare gli esperti (o presunti tali) con la fatidica domanda: "Cosa rischia?". La risposta è un "boh" bello convinto. Bisogna aspettare. Si va dal nulla alla decapitazione, quindi portate pazienza un po' tutti.

2) Dicono gli juventini: "Ecco, il solito accanimento contro di noi. Questa storia è finita in prima pagina solo perché c'entra la Juve". Balle. E' finita in prima pagina perché giornalisticamente molto interessante e sarebbe stato così anche se ad essere coinvolte fossero Inter, Milan o altre.

3) Dicono gli anti juventini: "Giornalisti servi, scrivete che è tutto il sistema ad essere malato per salvare la Juventus. Venduti". Balle. Le plusvalenze un po' hot le hanno usate in tanti, i numeri lo raccontano da almeno tre anni ma non si è mai intervenuti anche se i giornali (proprio loro) si erano occupati di denunciare il fenomeno. Quindi la Juve risolva da sola i suoi problemi, ma il bubbone - se scoppia - riguarda tante altre società. Non tutte, ma tante.

4) Se la Procura di Torino spedisce carte veramente compromettenti alla Procura della Figc è pacifico che eventuali sanzioni non riguarderanno solo la Juventus. Le operazioni a specchio o concordate (lo dicono gli investigatori) si fanno per definizione in due. Quindi mettetevi sereni perché sarà logica conseguenza degli eventi e non la volontà di "essere servi" della Juventus.

5) Non è vero che tutti hanno abusato in questi anni delle plusvalenze. C'è chi si è astenuto e chi ha (mal) utilizzato lo strumento. La Juve ha avuto numeri anomali? La risposta è sì. Nessuno lo aveva segnalato? Balle, c'è copiosa produzione giornalistica, basta avere voglia di cercarla. Idem sul fatto che si sia mai chiesto conto ai diretti interessati; avete Google, usatelo.

6) Dice l'ex procuratore della Federcalcio Pecoraro: "Mancano regole e pagano sempre le piccole, ci sono società su cui è difficile muoversi". Può essere, ma sarebbe bene ricordare che quando ha avuto per le mani le carte su una grande società (la Juventus ndr) non è che si sia distinto per capacità nel condurre in porto la sua inchiesta.

La conclusione è che, ciascuno per il suo grado di coinvolgimento, quando i contorni dell'inchiesta saranno definiti sarà bene procedere in fretta e senza fare prigionieri. E colpire tutti i coinvolti nel sistema. Tutti al plurale, sarà bene farsene una ragione. Perché per una volta il "tutti colpevoli" diventi davvero "tutti colpevoli" e non "nessuno colpevole".

tutte le notizie di