DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

IL PUNTO D'EQUILIBRIO

CAPU…T DERBY – Un campionato falsato

CAPU…T DERBY – Un campionato falsato

Via a una giornata in cui non avrà senso commentare partite condizionate dalla sosta. E a giugno Fifa, Uefa e Conmebol moltiplicheranno le partite intasando ancor di più i calendari

Redazione DDD

di Giovanni Capuano -

Il prezzo altissimo pagato dal Milan alla sosta, l'Inter che va all'Olimpico con i sudamericani sbarcati (nella migliore delle ipotesi) qualche ora prima del match, la Juventus nelle stesse condizioni di settembre o pure peggio, la Roma in ansia per Abraham e il Napoli che già si arrovella su quanto accadrà a gennaio con la Coppa d'Africa che riguarda anche Pioli, il più sfigato della compagnia tra infortuni e coincidenze di calendario. Anche la pausa nazionali di ottobre è alle spalle e noi ripetiamo quanto detto un mese fa prima della trasferta di Allegri a Napoli, poi regolarmente persa con mezza squadra rimasta alla Continassa a riposare: comunque vadano a finire le sfide dell'8° giornata sono vietati processi sommari agli allenatori.

 La rubrica di Giovanni Capuano

E' una stagione totalmente falsata dall'intreccio perverso cui la Fifa ha costretto i club. Non tutti, visto che le inglesi un mese fa si sono ribellate e non risultano provvedimenti, anzi, è arrivato l'indulto immediato. Lazio-Inter e Juventus-Roma, per prendere due esempi di quanto accade nel week end, sono due partite che non avrà senso commentare al di là della notarile presa d'atto del risultato del campo. Che è importantissimo, fondamentale, ma che non dirà nulla più sul lavoro di Inzaghi, Allegri e Mourinho. Valeva un mese fa per Max costretto al Maradona senza sudamericani, vale oggi per lui e per gli altri.

Siamo così vicini a un punto limite che è impossibile immaginare che non si arrivi alla rottura dell'equilibrio nel calcio mondiale. Tutti fanno i propri interessi disinteressandosi dei diritti degli altri, primariamente di quelli di chi investe e paga per tenere in piedi un baraccone costosissimo. Fifa e Uefa fanno a gara ad inventarsi competizioni e occasioni di ricavo: con la mano destra scrivono proclami contro l'affollamento del calendario e con la sinistra contribuiscono a renderlo irrespirabile.

Sapete cosa accadrà a giugno 2022 e poi a settembre? Tra il 2 e il 12 giugno sono in programma per la nazionale italiana (e non solo) ben 4 gare della prossima edizione della Nations League, cui bisognerà aggiungere la sfida con l'Argentina per la Coppa Maradona che è l'ultima invenzione congiunta di Uefa e Conmebol. A settembre le altre 2 sfide di Nations League che potrebbero a questo punto diventare 3 ripetendo il giochino della sosta allungata a spese delle società. Ah, il match in ricordo di Diego quasi certamente non si giocherà a Napoli, sua sede naturale, ma a Londra dove si potrà vendere meglio e guadagnare di più. Chi? Il candidato risponda alla domanda.

tutte le notizie di