DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

TACKLE DURO – Il derby dei media sul caso Suarez

Tackleduro: la rubrica

Il caso della cittadinanza italiana di Luis Suarez ha catalizzato l’attenzione dei media, ecco come se ne è “parlato”.

Redazione DDD

di Roberto Dupplicato -

Gli ascoltatori di Radio Deejay saranno rimasti delusi perché avranno notato che, per affrontare il tema, Zazzaroni e Caressa hanno abbandonato il consueto tono divertito di Deejay Football Club. Nell’affrontare l’argomento l’aria sembrava appesantita e il dibattito ne è risultato un po’ troppo ingessato.

Luis Suarez all'Atletico Madrid

Più scanzonata e radiofonicamente godibile Campioni del Mondo su Radio 2. Ciccio Graziani e Domenico Marocchino non si prendono sul serio e il conduttore Lollobrigida dimostra di non temere l’argomento esorcizzandolo subito iniziando la trasmissione parlando in spagnolo. Non c’è la presunzione di dare giudizi ma la serenità di affrontare la questione.

Il fatto è settimanalizzato anche su Tutti Convocati. A Radio 24 non ci si addentra nell’inchiesta ma si resta sul lato sportivo. Il momento più succoso è stato quando il conduttore Genta ha detto a Marino Bartoletti, uno dei pochi “amici” di Maurizio Sarri, che il colonnello che si stava occupando dell’inchiesta si chiamava Selvaggio Sarri. Grasse risate.

In Tv il caso Suarez è stato inquadrato nella più ampia cornice del dibattito su immigrazione e cittadinanza anche da Tv8 e su La 7 da Corrado Formigli, che ha titolato la puntata di Piazza Pulita “Cittadino Suarez”. Ma il menù importante delle trasmissioni sportive era atteso nel weekend.

La Domenica Sportiva ha trattato l’argomento a viso aperto. Jacopo Volpi dá grande spazio al parere e all’autorevolezza dell’avvocato Mattia Grassani. Lo specialista del diritto sportivo ha sgombrato il campo: “La Juventus non rischia nulla”.

Su Sky da segnalare che nel preparartita di Roma-Juve c’è Paolo Assogna, che è anche inviato a Perugia e che può finalmente intervistare Paratici. L’attesa è grande però non ne esce niente. Al Club è Piccinini che parla delle telefonate dello studio legale e che “la Juve a questa cosa ci teneva”. Uscita che gli è valsa più di un’ovazione su Twitter.

Tiki Taka fa “sentire” le intercettazioni e ha da Perugia una bravissima inviata come Francesca Benvenuti. Il livello del linguaggio del giornalismo sportivo in questo programma sale: il “Giallo Suarez” affronta prima il racconto in profondità, poi lascia che in studio si combatta.

Il momento più polemico sui social è quello dovuto a Matteo Salvini che ha parlato, con Bruno Vespa su Porta a Porta, di “quel calciatore della Juve che ha provato ad andare a farsi l’esame all’Università”. Hater scatenati per l’accostamento ai bianconeri. Già, perché nel frattempo Suarez è andato ai biancorossi dell’Atletico Madrid e ha segnato due gol all’esordio.

Potresti esserti perso