DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

UN CASO SCOTTANTE

ORDINE DEL…GIORNO – Inchiesta Juve, sì solo alle plusvalenze con passaggio effettivo di denaro

Il presidente Gravina ai microfoni dei giornalisti presenti con il backdrop durante la presentazione a gennaio del nuovo logo della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale

Plusvalenze per tutti i gusti

Redazione DDD

di Franco Ordine -

Per avere uno scenario completo dell’indagine torinese sulla Juventus dobbiamo attendere la pubblicazione dell’intero fascicolo e non possiamo accontentarci degli stralci fatti uscire con l’intento di provocare l’attenzione dei media e dare lustro all’azione dei pm. Nel frattempo possiamo fare un brevissimo viaggio intorno al tema delle plusvalenze nel calcio. Ce ne sono di tre tipi: 1) quelle virtuose che consentono di acquistare a zero o a cifre contenute rivendendo a cifre molto alte (esempio: Pogba dalla Juve al M.United, oppure Lukaku al Chelsea); 2) quelle fittizie, definite a specchio, impiantate su valutazioni gonfiate, utili ai due club per rammendare i bilanci; 3) quelle che coinvolgono tesserati che non hanno mai praticato la Serie A e mai lo faranno.

 La rubrica settimanale di Franco Ordine

Nel secondo caso, già ai tempi del 2000-2003, finirono sotto accusa (e furono assolti) Inter e Milan perché i giudici convennero che comunque si trattava di soldi di Moratti e Berlusconi. Per la Juve le complicazioni emerse sono due: a) la quotazione in borsa del club; b) le intercettazioni acquisite agli atti. Sul tavolo, per il futuro, la proposta del presidente della Figc Gravina, mi sembra la più veloce e anche la più concreta: approvare solo le plusvalenze che comportano un passaggio di denaro effettivo.

tutte le notizie di