DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

PUO' CAMBIARE TUTTO O NON CAMBIARE NULLA

TACKLE DURO – Il derby dei media su Juve-Inter da Scudetto

TACKLE DURO – Il derby dei media su Juve-Inter da Scudetto

Con Vlahovic è già derby Tricolore tra Inter e Juve: non quest’anno ma nel 2023, e se il Milan ora ha l’incubo quinto posto, il Napoli di Spalletti rischia di restare un pensiero stupendo e basta

Redazione DDD

di Roberto Dupplicato -

È clima mediatico da derby Scudetto tra Inter e Juve, è quello che si respira annusando l’etere pallonaro che è stato sconquassato dal mercato di gennaio, con la Juve che non solo ha preso Vlahovic, ma ha dato Ramsey ai Rangers di Glasgow: qui si fa la Storia con la esse maiuscola, amici. Nonleggerlo guarda la tv e twitta: “Marianella a Sky Sport: ‘Con la cessione di due giocatori la Juve si è praticamente ripagata Vlahovic’. Ehm, neanche lontanamente. (Ciò nulla toglie al mercato top dei bianconeri, in entrata e uscita)”. È già sfida. Paratici si è dimostrato un vecchio e “caro” amico di Madama, nel senso più pecuniario del termine. La fiducia che il ds del Tottenham ripone in sé stesso è pari solo alla stima che ha di Kulusevski. Anche nel senso che, dal Parma o dalla Juve, lui lo stimi e lo paghi sempre tantissimo, come certifica Giuseppe Pastore su Twitter: “Kulusevski è forse il primo giocatore della storia che senza nemmeno essere arrivato a 100 presenze da professionista è stato pagato 40 milioni (sia pure legati a obiettivi personali e di squadra) già da due squadre diverse - ma dallo stesso direttore sportivo”.

 Tackleduro: la rubrica

Per il Corriere dello Sport di lunedì il titolo è “Lo Scudetto di Max” perché, si legge nel fondo, questa “ora è la squadra di Allegri”. Non solo la Juve ha fatto mercato, ma il fascino mediatico per la vecchia signora è l’amore più duraturo dello stivale. Così c’è stato pure il caso di un tweet, poi rimosso, di un account di un quotidiano sportivo dove Zakaria veniva descritto come “un mix tra Zidane e Platini”. Ora, se Vlahovic per la Gazzetta ha “la potenza di Vieri, i gol di Trezeguet e il carattere di Ibra”, ci può stare: perché il serbo Dusan gasa e carica. Però, su Zakaria… ragazzi, un po’ meno. Per Adani con questo impianto di gioco e con un centrocampo così, cioè con Rabiot ancora in rosa, non è affatto detto che la Juve possa arrivare tra le prime quattro già a maggio. Opinioni che el mas grande esprime su BoboTV con grande ardore. “Questa squadra è uno scandalo che sia quinta, è uno scandalo che faccia zero tiri in porta a San Siro, mai accaduto nella storia: un insulto al gioco. Con Vlahovic questa squadra deve arrivare quarta? È un insulto alla verità”. Per Max Nerozzi: “Sulla carta, può essere il mercato più impattante degli ultimi 10 anni (top, quello estivo 2011/12)”.

La Juve può tornare a sognare lo Scudetto e lancia la sfida a Milan, Napoli e Atalanta. Ma nel cielo del futuro rossonero la Gazzetta con Vocalelli vede addensarsi delle nubi “Milan, hai perso un'occasione. Ora è più dura anche la corsa Champions”. E ancora “Il club rossonero avrebbe dovuto insistere per regalare a Pioli almeno un centrale. Così, invece, ha lasciato il destino di questa stagione interamente nelle mani dell'allenatore”. Gli utenti social milanisti hanno vissuto giorni più frizzanti, oggi a Gosens rispondono con Marko Lazetic. Il fine settimana del Napoli è stato invece caratterizzato dalla reazione del club sulle notizie riguardo il rinnovo di Spalletti: “Il Calcio Napoli contesta un certo giornalismo disinformato e approssimativo, che afferma "BISOGNA CONFERMARE SPALLETTI". Ci troviamo di fronte a un tentativo di destabilizzare la squadra, la società o la tifoseria? Informiamo questi creatori di disinformazione che la SSCN ha un contratto con Luciano Spalletti che lega l'allenatore alla società fino a giugno 2024. Non c'è bisogno di confermare chi è già confermato”. E allora perché smentire?

Sarri è deluso dalle manovre laziali sul mercato e l’indice di liquidità gli turba il sonno, Gasp ride con Boga. Il CorSport oggi ci dice che “cambia tutto” e che “con questo mercato clamoroso sabato parte un nuovo campionato”. Tuttosport è in tema Sanremo e apre con “Festival Juve”. Il Giornale dice che “la Juve fa paura a tutti” mentre su Libero c’è il pagellone di mercato con “Una signora da 9”. Anche per la Gazzetta oggi la “Juve è da 9, ma balla il 10”. Già. Nel frattempo il prossimo mercato incombe e Marotta è su Dybala per giugno. Tutto cambia e tutto è già cambiato.

tutte le notizie di