Israele è derby su tutti i fronti, tifosi rivali nel calcio e pesanti accuse nel basket: Hapoel “Vi siete rimangiati la parola”

Il Maccabi Tel Aviv comunica che non giocherà a basket in Israele se ci fossero gare di EuroLeague in contemporanea, dura la reazione dell’Hapoel di Gerusalemme

In Israele, il Maccabi Tel Aviv e l’Hapoel Jerusalem sono rivali su tutti i fronti: calcio e basket, Sul piano calcistico, lo confermano le immagini della tifoseria del Maccabi durante il derby contro l’Hapoel. Sul fronte cestistico, invece, la polemica è freschissima, visto che il Maccabi Tel Aviv ha inviato una lettera alla Lega israeliana dichiarando che non prenderà parte alla fine della stagione del campionato nazionale di basket, se riprenderà, nel caso in cui l’Eurolega giochi nelle stesse date. Tramite twitter, il CEO di Hapoel Gerusalemme Guy Harel ha reagito violentemente a questa decisione del club della capitale, dicendo che durante la videoconferenza che i club hanno avuto l’8 maggio scorso non aveva menzionato nulla di simile.

“Lo scorpione rimarrà uno scorpione. La prima volta che una squadra ha rivelato di avere un problema privilegiano l’Eurolega è oggi, 48 ore dopo che è stato deciso di riprendere il nostro campionato israeliano. Venerdì è stata una sessione di lavori molto lunga. Secondo me, tutti i presenti hanno espresso la loro posizione e le loro difficoltà (e c’erano alcune difficoltà). Tutti hanno anche parlato a lungo e anche più di una volta. La scusa che potrebbe esserci un conflitto con un’altra lega non è stata sollevata”, ha scritto. Guy Harel ha anche respinto l’argomento. che è stato usato dal Maccabi nella lettera ufficiale inviata alla lega, secondo cui l’Hapoel avrebbe avuto lo stesso stato d’animo se il calendario Eurolega si fosse sovrapposto a quello della Lega israeliana.

Ancora Harel: “Se avessimo saputo che l’Eurolega avrebbe giocato a luglio, probabilmente avremmo sollevato il problema, cercando di trovare alternative e il nostro rivale lo sa. Se non ci fossero soluzioni, non avremmo potuto votare per la ripresa del campionato nazionale quando avremmo saputo che avevamo altri impegni allo stesso tempo. Assicuro che lo avremmo detto in tempo reale e avremmo preso  decisioni in tempo reale. Poi, a proposito, è bello che lo stesso club che minaccia di non apparire nella lega israeliana a favore di un campionato europeo stia chiedendo sostegno allo stato. Oh, l’ironia.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy