Old Firm no way: Ibrox Park desolatamente vuoto, a Glasgow solo un derby 5 contro 5 fra ragazzini nel parco

Nel weekend si sarebbe dovuto giocare l’Old Firm. È stato rinviato così alcuni ragazzi hanno organizzato un 5 contro 5 con le maglie di Celtic e Rangers. A un certo punto sono arrivati 7-8 bimbi incappucciati con fumogeni alla mano per creare atmosfera.

Doveva essere il giorno dell’Old Firm, con i Rangers che dovevano affrontare il Celtic in casa ad Ibrox, una delle date più importanti del calendario del calcio scozzese. Ma il Coronavirus ha preso d’assalto il mondo del calcio. La Scozia ha sospeso tutte le partite nazionali, incluso il derby di Glasgow, a data da destinarsi e fino a nuovo ordine. Non è ipotizzabile come si concluderà la stagione di Premiership scozzese.

Oggi le attività commerciali che si nutrono del grande pubblico dell’Old Firm erano vuote: nei dintorni di Govan e Ibrox non vedevano l’ora di vivere uno dei loro giorni più affollati dell’anno. Invece la normalmente vivace Paisley Road West era come una città fantasma con un’atmosfera inquietante. Entrando alle 13.30 del giorno di Old Firm, di solito si dovrebbe sgomitare e mettersi in fila, il locale di solito è pieno fino all’orlo nei giorni del derby.

Ibrox, desolazione nel giorno dell’Old Firm…

Ma non oggi. C’erano solo circa sei persone che si godevano una birra fresca e c’era un evidente umore cupo. Le melodie dei Rangera stavano ancora risuonando, ma ha reso l’atmosfera ancora più cupa. Con tutti i tifosi in viaggio dall’Irlanda, dall’Inghilterra e da ogni dove per l’Old Firm, le attività commerciali di Ibrox hanno perso gli incassi non solo di oggi, ma di tutto il weekend.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy