Arriva Sarri, Ciao Ranieri: il West-London derby non sarà tutto italiano

di Emanuele Landi – 

Neanche il tempo di finire un turno infrasettimanale, scandito da un derby di Londra (Chelsea-Tottenham 2-0) che potrebbe essere decisivo per le rispettive sorti delle due compagini, che già ci si proietta in un weekend pieno di derby in Premier League. Si comincia sabato alle 13:30 con il North-London derby tra Tottenham ed Arsenal per poi vivere una super domenica con due stracittadine: alle 15:05 Fulham-Chelsea, il West-London Derby e alle 17:15 Everton-Liverpool, il derby del Merseyside. Nello specifico ci concentriamo sulla sfida di Craven Cottage: una sfida da non fallire per entrambi i club, visto che il Fulham, dopo la sconfitta nel turno infrasettimanale con il Southampton, non può più sbagliare a 10 gare dal termine, con 10 punti da recuperare sulla zona salvezza attualmente occupata proprio dai Saints, mentre i Blues, dopo il successo con gli Spurs, hanno riacceso la lotta per il terzo e il quarto posto distanti 7 e 4 punti e non vogliono più fermarsi avendo anche una gara da recuperare.

Aldilà della classifica, però, poteva essere una gara speciale per Ranieri, visto il suo passato alla guida del Chelsea ma non sarà così. Nelle scorse ore, infatti, il club ha deciso di esonerare l’ex tecnico del Leicester lasciando la squadra in questo rush finale al vice di Ranieri: Scott Parker. Il magro bottino solo 3 vittorie in 16 partite, dopo essere succeduto a Slavisa Jokanovic, purtroppo, sono costati il posto all’allenatore romano che saluta comunque da gentleman ritenendo il cambio della guida la decisione più giusta. “Sono ovviamente dispiaciuto per i recenti risultati e per il fatto di non essere riusciti a costruire qualcosa su quello che di buono avevamo fatto all’inizio”, il congedo di Ranieri che ha dovuto subire anche una forte contestazione da parte dei supporters del Fulham.

Sarà, quindi, Fulham contro Chelsea, Parker vs Sarri a catalizzare l’attenzione di Londra nella domenica di Premier. Nonostante sia un confronto impari sulla carta sarà comunque accesa la sfida perché si tratta pur sempre di un derby: Craven Cottage, teatro del match, dista solo 3 km da Stamford Bridge, casa del Chelsea. Di certo i padroni di casa devono sperare nei tre punti per credere nell’impresa salvezza. All’andata finì 2-0 con le reti di Pedro e Loftus-Cheek: medesimo risultato di Chelsea-Tottenham, sfida che risollevato i Blues proprio con lo stesso protagonista: Pedro. La vittoria con gli Spurs, dopo il caso Kepa in finale di CarabaoCup, sarà una semplice rondine o Maurizio Sarri potrà dire di aver ritrovato la serenità in vista della primavera?

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *