Universiadi: efficienza e italianità, Napoli c’è!

di Leonardo Sasso –

“La bellissima manifestazione di ieri a Napoli ha fatto tornare Napoli ed i napoletani a sentirsi italiani. Dopo anni di fischi e di insofferenza verso il tricolore e l’inno ieri grande accoglienza della delegazione azzurra e l’inno cantato da tutto lo stadio”.

“Suscita emozione il “nuovo” stadio San Poalo un impianto decisamente migliorato in poco tempo e con una spesa contenuta”.

“L’inno di Mameli al San Paolo di #Napoli per l’apertura delle Universiadi2019. Qualcuno, di tanto in tanto, prova a dividere un popolo così variegato ma armonicamente unito nella diversità. È finita sempre male, per lui. Viva l’Italia”.

Sono solo alcuni dei pensieri presenti su Twitter, dopo il primo atto delle Universiadi napoletane. Che sono dunque anche le Universiadi azzurre, per la comunanza fra il colore delle maglie del Napoli e di quellì’Italia che fa, proprio al San Paolo, le prove generali di Milano-Cortina 2026.

Poi che tutto questo basti per far smettere Napoli di lamentarsi di se stessa e per far smettere al resto del Paese di lamentarsi di Napoli, è ancora presto per dirlo. Ma l’evento di ieri resta, per efficienza ed entusiasmo, un punto di partenza per una Italia nuova, produttiva e condivisa. Napoli ha fatto la sua parte e su questo non ci piove.

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *