DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

È ACCADUTO NEL NORD-OVEST DEL PAESE…

Calcio amatoriale in Argentina, colpi di pistola alla schiena dell’arbitro

Calcio amatoriale in Argentina, colpi di pistola alla schiena dell’arbitro- immagine 1

Il direttore di gara si chiama Oscar Antonio Pérez, ha 48 anni ed è ancora a rischio dopo una ferita da arma da fuoco alla regione dorso-lombare

Davide Capano

Un arbitro è stato colpito a colpi di arma da fuoco sabato scorso nel bel mezzo di una partita di calcio amatoriale in Argentina, nella città di Yerba Buena, situata nell’ovest della provincia di Tucumán. Il direttore di gara Oscar Antonio Pérez è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Padilla con una ferita da arma da fuoco alla schiena.

Calcio amatoriale in Argentina, colpi di pistola alla schiena dell’arbitro- immagine 2

Lo sfortunato episodio si è verificato durante l’intervallo, quando il 48enne fischietto stava riposando su una sedia, ha sentito delle urla e si è avvicinato alla recinzione. In quel momento Pérez ha scambiato parole con un individuo che ha finito per sparare due volte, proprio mentre l’arbitro stava guardando il suo cellulare, secondo i testimoni.

Calcio amatoriale in Argentina, colpi di pistola alla schiena dell’arbitro- immagine 3

L’aggressore è fuggito su una moto ed è ora ricercato dalla polizia. Intanto le autorità del torneo hanno chiarito che il malintenzionato “non ha nulla a che fare con l’organizzazione del campionato”.

Calcio amatoriale in Argentina, colpi di pistola alla schiena dell’arbitro- immagine 4

“È in terapia per essere più controllato – ha dichiarato al quotidiano El Tucumano il capo della stazione di polizia di San José, Héctor Falcón –. Ma è ancora a rischio. L’uomo è sotto costante valutazione ed è ora assistito dal personale della clinica Parque”.

Calcio amatoriale in Argentina, colpi di pistola alla schiena dell’arbitro- immagine 5

Oscar Antonio Pérez è un rinomato arbitro della provincia di Tucumán, al punto da essere considerato uno dei migliori. Prima della pandemia dirigeva le gare di Primera A del campionato locale, dove ha una lunga esperienza.

Tuttavia, questa non è la prima volta che resta coinvolto in una vicenda simile: nel 2014 ha subito l’aggressione di un calciatore su un campo da gioco. L’attaccante José Moreno lo ha preso a pugni due volte in Marapa-San Lorenzo de Santa Ana e si dovette sospendere il match.

tutte le notizie di