DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

UN PICCOLO SEGNALE DA MOSCA

C’è la guerra: lo Spartak Mosca di Vanoli “rinvia” la festa del proprio Centenario

C’è la guerra: lo Spartak Mosca di Vanoli “rinvia” la festa del proprio Centenario

La squadra russa ha deciso di non festeggiare per colpa dei “tempi difficili”

Davide Capano

Lo Spartak Mosca, attualmente allenato dall’italiano Paolo Vanoli, ha compiuto lunedì scorso 100 anni, ma non ha celebrato il centenario a causa dei “tempi difficili”, alludendo alla campagna militare russa in corso in Ucraina.

 Paolo Vanoli (Photo by Vladimir Pesnya/Epsilon/Getty Images)

Paolo Vanoli (Photo by Vladimir Pesnya/Epsilon/Getty Images)

“Speriamo sinceramente che i tempi difficili diventino presto un ricordo del passato e possiamo celebrare il centenario del nostro amato club in grande stile con una Otkritie Bank Arena (nome dello stadio, ndr) piena”, si legge in una nota della società moscovita.

Tuttavia, la “squadra del popolo”, come è noto il club con più tifosi in Russia, ha ricevuto un telegramma di congratulazioni dal presidente Vladimir Putin.

“Nella storia dello Spartak non ci sono poche vittorie e record. I suoi straordinari risultati sono il nostro orgoglio e una pietra miliare nazionale”, ha detto il politico nel suo messaggio di congratulazioni.

 (Photo by Vladimir Pesnya/Epsilon/Getty Images)

L’MKS, precursore dello Spartak, giocò la sua prima partita il 18 aprile 1922, un’amichevole che terminò con una vittoria per 3-2 contro lo ZKS.

In totale, lo Spartak ha vinto 22 campionati (12 sovietici e 10 russi), quindici trofei nazionali, mentre il più grande risultato nei tornei continentali è stato il raggiungimento delle semifinali di Coppa dei Campioni nel 1991 contro l’Olympique Marsiglia, dopo aver eliminato il Real Madrid nei quarti di finale.

tutte le notizie di