Certi amori non finiscono, l’ex Celtic Sinclair: “Finito l’allenamento volerò a casa per vedere il derby coi Rangers”

In un calcio dove c’è sempre meno spazio per i sentimenti è davvero incoraggiante la dichiarazione di Scott Sinclair. L’ex attaccante degli Hoops, ora al Preston North End, è ancora legato emozionalmente al Celtic in vista dell’Old Firm.

di Emanuele Landi, @lelelandi33

L’Old Firm è sempre uno spettacolo che vale la pena di vedere. Quando, poi, Celtic-Rangers vale anche la testa della classifica è imperdibile. 25 punti per i campioni di Scozia in carica, con un Laxalt in più, ma con una gara in meno dei rivali, leader della Premiership, con una lunghezza in più. Entrambe imbattute ma al Celtic Park qualcuno potrebbe cadere e secondo l’ex attaccante del Celtic a vincere saranno proprio i biancoverdi. “Il Celtic vincerà. Hanno grandi giocatori che sanno quello che ci vuole ─ parole di Scott Sinclair a Scottish Sun ─. Giocheremo col Cardiff domenica, quindi, una volta finito l’allenamento correrò a casa per vedere la partita. Sarà una rapida uscita per me! Non vedo l’ora”.

3 stagioni e mezzo dall’annata 2016-17 fino allo scorso gennaio per Sinclair con la maglia del Celtic non si dimenticano facilmente. Il classe 1988 ha messo a segno 62 reti in 167 presenze e ai rivali del Rangers sa come fare male. L’attaccante inglese, proprio all’esordio col Celtic, mise la sua firma nel “Paradise” del momentaneo 3-1 prima della definitiva cinquina. In quella gara fu protagonista Dembelè con una tripletta ma per i tifosi Sinclair è diventato un vero e proprio eroe che seppe ripetersi anche nella prima gara di ritorno a Ibrox. Stagione memorabile quella per i tifosi degli Hoops conclusasi col Treble (Premiership, SFA Cup e Scottish League Cup).

Celtic-Rangers è anche questo

“Adoravo quelle sfide. Ho amato l’intensità e ho amato tutto ciò che li circondava: l’accumulo e la sensazione che veniva fuori dal campo dopo aver vinto” ─ di certo avrebbe preferito rigiocarlo ma Scott Sinclair, di certo, domani mattina si precipiterà dal campo di allenamento di Preston per tornare a casa in modo che possa, come ogni altro tifoso del Celtic, sedersi per guardare il Derby di Glasgow nel comfort della propria casa ─. “Quel gol a Ibrox proprio a Capodanno, quando abbiamo vinto 2-1 nella mia prima stagione, potrebbe essere proprio quello che mi distingue per i tifosi. Era così importante ed è stato semplicemente un modo fantastico per concludere l’anno e entrare nella pausa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy