Il Nino Maravilla a ruota libera

Copa America, Sanchez al vetriolo: “Ex giocatori dovrebbero sostenere il Cile”

Sanchez Chile
Il Nino Maravilla prova a suonare la carica dopo il pareggio contro il Perù, tra le tante critiche ricevute da lui e dal compagno che ha dovuto chiudere i social
Emanuele Landi
Emanuele Landi Redattore 

Il pareggio deludente del Cile contro il Perù ha lasciato pesanti strascichi e Alexis Sanchez ha risposto per le rime alle critiche. Lo 0-0 con cui la nazionale ha aperto la Copa America negli Stati Uniti, ha portato anche Dario Osorio, attaccante classe 2024, sul banco degli imputati. Il giocatore, bersagliato sul web, ha deciso di chiudere i social.

Ai microfoni de La Tercera, il Nino Maravilla ha preso le difese del compagno: "È una persona tranquilla, quando lo si vede bisogna essere critici, ma sostenerlo. Non dobbiamo abbatterlo, credo che abbia molto da imparare. A volte la stampa o le persone che parlano di calcio dovrebbero aiutare il giocatore".

Cile, la difesa di Alexis Sanchez al gruppo

—  

Nel mirino di Alexis Sanchez, che tra pochi giorni saluterà l'Inter, anche l'ANFP, colpevole anche di non aver organizzato abbastanza amichevoli in preparazione alla manifestazione continentale: "Siamo stati molto imprecisi nei passaggi. Abbiamo giocato solo una partita prima di venire qui". L'attaccante ex Arsenal ha voluto ancora una volta sottolineare quanto sia importante il sostegno da parte della gente: "Siamo tutti cileni e tutti vogliamo fare bene. Anche gli ex giocatori devono sostenere la squadra invece di parlare di cose che sono dannose".

tutte le notizie di