Il derby dei Balcani a Podgorica: entusiasmo dei tifosi, 4 gialli, ma solo 0-0

Il derby dei Balcani a Podgorica: entusiasmo dei tifosi, 4 gialli, ma solo 0-0

Nessuna rete nella sfida di Podgorica tra Montenegro e Bulgaria. Le due squadre ancora a zero vittorie si spartiscono un punto che non accontenta nessuno nel gruppo A dove scivola l’Inghilterra.

di Emanuele Landi

Tanta storia nel derby dei Balcani. A Podgorica va in scena la sfida tra Montenegro e Bulgaria per la settima giornata delle qualificazioni ad Euro 2020. Le due compagini chiudono il gruppo A e sono ancora a secco di vittorie dietro le inarrivabili Inghilterra prima e Kosovo e Repubblica Ceca che si giocano il secondo posto. La gara balcanica vale al di là della classifica: conta per la gloria e per l’onore . 4-2-3-1 per i padroni di casa, dopo l’esonero di Tumbakovic, guidati da Hadžibegić, capitano della Jugoslavia ad Italia ’90. I giallorossi 4-1-4-1 per i leoni guidati da Balakov, allenatore che guidò la Bulgaria anche al quarto posto mondiale nel ’94. Nonostante molti motivi per fare bene non esce un grande spettacolo. Pareggio a reti bianche che non serve a nessuno ma che evita l’ennesimo ko ad entrambe le formazioni.

Lo Stadion pod Goricom nonostante l’entusiasmo sugli spalti non assiste ad un grande spettacolo. Dopo la gara d’andata finita 1-1 in Bulgaria, dove erano stati i “Brave Falcons” a passare in vantaggio con Mugoša rimontati dal rigore di Nedelev, arriva un altro pareggio. L’attaccante dei padroni di casa, autore di 13 gol in J League in questa stagione, non riesce a ripetersi in questa serata perché lasciato in panchina per 90 minuti. Beqiraj non riesce ad incidere come anche il suo collega bulgaro Kraev. Il giocatore più talentuoso degli ospiti, Popov, dopo aver già segnato in questo stadio, non riesce a riportare i bulgari alla vittoria dopo 8 gare a secco.

Solo 4 gialli sventolati dallo svedese Ekberg e pochissime occasioni da gol. Jankovic l'”italiano”, vista la sua militanza nella Spal, non riesce a rendersi pericoloso come anche i più conosciuti tra gli ospiti come Marcelinho e Wanderson. Esce, invece, per infortunio Savic, ex Fiorentina e ora tra le fila dell’Atletico Madrid, dopo soli 39 minuti. Mentre l’Inghilterra perde in contemporanea sul campo della Rep. Ceca facendosi rimontare a quota 12 punti, l’altra sfida del gruppo A termina in parità. Senza vincitori né vinti il derby dei Balcani che manda in archivio un’altra giornata per le qualificazioni ad Euro 2020.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy