DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

JORGE SPAZZA VIA LE CRITICHE SULLA PULCE DOPO MADRID…

Jorge Valdano difende Messi: “Non fa più 60 gol a stagione, ma resta un genio”

MADRID, SPAIN - MARCH 09: Lionel Messi of Paris Saint-Germain cuts a dejected figure as Karim Benzema of Real Madrid celebrates their sides third goal during the UEFA Champions League Round Of Sixteen Leg Two match between Real Madrid and Paris Saint-Germain at Estadio Santiago Bernabeu on March 09, 2022 in Madrid, Spain. (Photo by Angel Martinez/Getty Images)

L’ex attaccante, Campione del Mondo nel 1986 con l’Argentina, ha sottolineato come Leo sia ancora un “genio” nonostante abbia cambiato stile di gioco al PSG

Davide Capano

Messi è stato fortemente criticato dopo l’eliminazione del Paris Saint-Germain in Champions League per mano del Real Madrid, e in rimonta, al Santiago Bernabéu. Tuttavia, Jorge Valdano ha difeso “La Pulce” da tutte le accuse che gli sono state mosse ultimamente contro.

L’ex attaccante argentino ha evidenziato come Lionel abbia cambiato a Parigi il suo modo di giocare. “Logicamente ha cambiato il suo schema di gioco – dichiara il 66enne in un’intervista a Infobae –. Ora è più uno stratega che un definitore, e quando non è il miglior della partita, è comunque tra i primi tre. Chiediamo a Messi in base a quello che è stato, un ‘superdotato’ che ha segnato sessanta gol a stagione. Ebbene, quella versione, ovviamente, non si trova più in questo nuovo Messi, ma i geni non smettono mai di essere geni e vedere Messi è ancora una buona idea”.

 (Photo by Jasper Juinen/Getty Images)

Allo stesso modo, Valdano aggiunge che il numero 30 di Pochettino non ha giocato male nella gara di ritorno col Real: “Infatti, in quei sessanta minuti lui e Verratti erano l’asse della squadra. Ma certo lo abbiamo avvicinato a Verratti e non lo abbiamo avvicinato a Mbappé, e la pericolosità si sente. Penso che fosse uno degli elementi che ha pesato sul fatto che il dominio non ha influito sul risultato in modo più energico e quando il risultato della partita è stato capovolto, due gol non sono bastati (ride, ndr)”.

 (Photo by Bongarts/Getty Images)

Il Campione del Mondo con l’Argentina nel 1986, inoltre, assicura che sarebbe un bene per Kylian Mbappé firmare col Real Madrid. “Se ti senti un calciatore, mi sembra che questo sia un club (il Real) che ti aiuterà a esprimere le emozioni del calcio in un modo molto più autentico”, chiarisce.

tutte le notizie di