DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

LA RICHIESTA ANDRà A BUON FINE?

La finale di Libertadores come il Super Bowl? Verso lo spettacolo artistico nell’intervallo

La finale di Libertadores come il Super Bowl? Verso lo spettacolo artistico nell’intervallo

“Un intervallo leggermente più lungo consentirebbe di offrire uno spettacolo artistico di alta qualità ai tifosi presenti allo stadio e a chi segue la trasmissione televisiva”, ha spiegato Alejandro Domínguez, presidente della CONMEBOL

Davide Capano

Copa Sudamericana e Copa Libertadores sono arrivate al loro ultimo atto: il 20 novembre si sfideranno Athletico Paranaense e Bragantino, il 27 toccherà a Flamengo e Palmeiras, che va alla ricerca del bis continentale dopo il successo dello scorso anno contro l’allora Santos di Kaio Jorge. Entrambe le gare al momento sono programmate per esser disputate all’Estadio Centenario di Montevideo, in Uruguay. Nei giorni scorsi, intanto, è girata molto sui social la foto della richiesta ufficiale fatta alla FIFA dal presidente della CONMEBOL (la Confederazione sudamericana del calcio), il paraguaiano Alejandro Domínguez, che chiede un intervallo di 25 minuti per organizzare uno show in stile Super Bowl: “Nell’intervallo sarebbe offerto uno spettacolo artistico di alta qualità”.

La lettera afferma quanto segue:

“Ho il piacere di scrivervi per ribadire la proposta di modifica del regolamento che la CONMEBOL ha inviato all’International Football Association Board (IFAB) il 4 marzo di quest’anno e che è stata inviata anche al Segretario Generale della FIFA.

In quel documento si chiedeva la possibilità di estendere a 25 minuti l'intervallo di riposo tra i due tempi delle partite di finale dei tornei. Un intervallo leggermente più lungo consentirebbe di offrire uno spettacolo artistico di alta qualità ai tifosi presenti allo stadio e a chi segue la trasmissione televisiva, come in altri sport, con un’ottima ricettività. Ciò renderebbe ancora più appetibile la definizione delle competizioni.

Inoltre, con questa modifica, gli atleti avrebbero un miglior recupero fisico e i tecnici la possibilità di effettuare regolazioni più precise o dare istruzioni più chiare, con le quali aumenterebbe il livello di competitività e la qualità del gioco. Non va dimenticato che in queste partite, che spesso raggiungono i 120 minuti o i rigori, i giocatori sono sottoposti a enormi sollecitazioni fisiche ed estremo stress psicologico ed emotivo. È importante sottolineare, caro presidente, che questa modifica varrebbe esclusivamente per le finali dei tornei.

Se la modifica verrà approvata, l’intenzione della CONMEBOL è quella di implementare la nuova durata dell’intervallo nelle finali di Sudamericana e Libertadores, in programma rispettivamente il 20 e 27 novembre”.

Qualora la proposta venisse accettata dal massimo organo calcistico mondiale, sarebbe una novità assoluta “made in Sudamerica”.

tutte le notizie di