“Non vi libererete presto di me”, Robben dopo l’infortunio non si piange addosso e si prepara al rientro

“Non vi libererete presto di me”, Robben dopo l’infortunio non si piange addosso e si prepara al rientro

Il 36enne giura di riprendersi dall’ultimo infortunio al bicipite femorale

di Davide Capano, @davide_capano

L’esterno del Groningen Arjen Robben insiste per riprendersi dall’ultimo infortunio al bicipite femorale che lo ha visto costretto a lasciare il campo a soli 29 minuti dall’inizio della sua partita di ritorno al calcio domenica. Il 36enne è tornato nella squadra dove è cresciuto contro il PSV Eindhoven nel fine settimana di apertura della nuova stagione di campionato olandese dopo oltre un anno di stop.

“Era il peggior scenario possibile a cui potessi pensare”, ha detto lunedì Robben al quotidiano De Volkskrant“È successo e non posso farci niente. Non è il momento di nascondersi in un angolo, ma piuttosto di tornare con un atteggiamento positivo. Non vi siete ancora liberati di me”, ha aggiunto.

L’ex nazionale olandese, 12 scudetti in carriera tra PSV, Chelsea, Real Madrid e Bayern Monaco, si era ritirato alla fine della stagione 2018-19 ma a giugno ha annunciato che sarebbe tornato nel team dove ha debuttato come professionista. La sua decisione di tornare alla ribalta è stata un grande colpo per il Groningen in tempi difficili causati dalla pandemia Covid-19, con l’adesione di nuovi sponsor e l’aumento delle vendite degli abbonamenti. Robben è un’icona dopo aver collezionato 96 presenze con l’Olanda, dominando i talk show televisivi, radiofonici e le colonne dei giornali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy