Old Firm, Lorenzo Amoruso: “Sean Connery grande tifoso dei Rangers, io capitano cattolico dei protestanti…”

L’ex difensore ha svelato in una diretta Instagram dei particolari sull’esperienza scozzese tra cultura, derby, stampa, tradizioni e… Sean Connery

di Davide Capano, @davide_capano

“A un bel ramo di stampa in Scozia non piaceva il fatto che io ai Rangers fossi diventato il primo capitano cattolico di una squadra protestante. Tutte le responsabilità erano mie quando si perdeva, quando si vinceva era invece normalità. Ho chiesto solo di essere giudicato in campo e poi lì comunque abbiamo vinto in totale 10 trofei.”. Lo ha dichiarato Lorenzo Amoruso, ex difensore dei Gers oltre che di Bari, Fiorentina e Blackburn Rovers, oggi opinionista sportivo, in una diretta Instagram con Sottoporta.

“Ogni Old Firm – ha chiarito l’ex giocatore barese – è un qualcosa di difficile da spiegare. In Italia abbiamo i vari derby ma è una questione di colori sociali; lì invece si parla di cultura, un modo di vivere, anche storico. Celtic e Rangers sono due mondi differenti, c’è tensione in città quando arriva la partita… Quasi tutti i tifosi hanno le magliette e chi vince se la tiene addosso per una settimana”.

Nel corso della chiacchierata ha poi svelato un aneddoto su Sean Connery: “È un grande tifoso dei Rangers e spesso veniva a trovarci negli spogliatoi perché amico del presidente (David Murrey, ndr). All’epoca io avevo il capello lungo, il baffetto… Ero di tendenza e una volta mi disse se avevo mai pensato di fare l’attore, dato che avevo pure il fisico e sapevo l’inglese. La mia risposta fu ‘No Sean, mi piace troppo giocare a calcio’”.

Amoruso con i Rangers Glasgow ha vinto tre campionati scozzesi, tre Coppe di Lega e quattro Coppe di Scozia tra 1997 e 2003. Inoltre è stato riconosciuto miglior giocatore della Scottish Premier League nel 2002.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy