DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

FIGLIO MIO ASCOLTA...

Tre gol nel derby di Calcutta, l’iraniano Nassiri al figlio: “Devi giocare con la Nazionale indiana”

Tre gol nel derby di Calcutta, l’iraniano Nassiri al figlio: “Devi giocare con la Nazionale indiana”

Jamshid Nassiri lasciò l'Iran e divenne leggenda a Calcutta. Ora spera che suo figlio Kiyan giocherà per l'India. Papà Nassiri gloria East Bengal. Ma il figlio Kiyan ha fatto 3 gol nel derby con la maglia dei rivali. E papà legge i giornali

Redazione DDD

Circa otto anni fa, un adolescente si presentò allo stadio del club indiano di Calcutta, il Mohun Bagan, con suo padre. Proprio la presenza di suo padre Jamshid Nassiri aveva reso gli spettatori più curiosi su come il giovane Kiyan si sarebbe poi esibito in campo. Jamshid era una leggenda dei rivali del Mohun Bagan, aveva giocato tanti anni e segnato tanti gol nell'East Bengal, l'altra squadra di Calcutta. Fin dall'inizio, il peso del cognome era stato notevole per Kiyan Nassiri che ha portato una ricca eredità calcistica. Poi la trafila in tutte le giovanili: “Aspira a giocare per il tuo paese, l'India. Penso che sia l'unico consiglio che ho dato a Kiyan da quando ha iniziato a giocare a calcio. Altrimenti, di solito non gli parlo del suo modo di giocare a calcio”, ricorda Jamshid.

Adesso invece le cose sono cambiate. Il giovane Kiyan, nato nel 2000, ha segnato 3 gol nel derby contro l'East Bengal e tutta Calcutta parla di lui. Dopo la gioia del derby, Nassiri sr ha alzato un po' l'asticella. “Giocare per l'India dovrebbe essere il prossimo obiettivo di Kiyan. E deve lavorare di più e puntare ai campionati asiatici più alti o all'Europa tre-quattro anni più avanti", ha detto Jamshid a Indianexpress.it. Il calcio trascende i confini geografici. Nel 1979, Jamshid è venuto in India dall'Iran per proseguire i suoi studi presso l'Università di Aligarh. Un anno dopo, due osservatori dell'East Bengal si imbatterono in lui e nei suoi amici più cari, Majid e Mahmood Khabaji, durante un torneo di calcio universitario. Seguì un passaggio a Calcutta. Majid era la star del gruppo, mentre Jamshid faceva la spalla del suo compagno più dotato. Fino ad oggi, Majid rimane senza dubbio il miglior calciatore d'oltremare che abbia mai giocato in India. Ma la sua vita da atleta era poco disciplinata, contribuendo al suo rapido declino e a un inglorioso ritorno in Iran. Jamshid ha avuto una carriera più lunga e di successo perché ha fatto altre scelte. A poco a poco, ha fatto dell'India la sua casa adottiva e Kiyan è nato nel novembre 2000, come cittadino indiano. Fino alla tripletta nel derby, di cui papà Jamshid legge orgoglioso sui giornali indiani.

tutte le notizie di