Denis Godeas vuole salire in Eccellenza con la Triestina Victory: in gol in tutte le categorie del calcio italiano

Il sempreverde attaccante friulano è l’unico giocatore ad aver realizzato più di un gol in tutte le categorie del calcio italiano nonostante qualche scarpata presa…

di Davide Capano, @davide_capano

Se siete appassionati veri di calcio non potere aver dimenticato l’eterno Denis Godeas. Già, perché il 45enne attaccante di Cormons gioca ancora e macina record… L’ultimo? È diventato l’unico giocatore italiano ad avere segnato almeno due volte in tutte le serie calcistiche dello Stivale, dalla Serie A alla Terza Categoria con marcature pure in Coppa UEFA in maglia Palermo e Chievo. Anche domenica scorsa è andato in rete su calcio di rigore nella sconfitta in trasferta per 4-2 della Triestina Victory ad Aquileia, togliendosi “una piccola soddisfazione”. “Gioco in Prima Categoria, con la Triestina Victory, squadra del settore giovanile della Triestina – racconta Godeas a tuttomercatoweb.com. Si chiama Victory perché il presidente è anche proprietario del Melbourne Victory. L’idea è di approdare in Eccellenza, mettendo a disposizione una squadra bella quale possano confluire i giovani della Triestina”.

Poi confida com’è nata questo progetto: “È stato Mauro Milanese a propormelo e inizialmente avevo detto di no. Avevo finito l’ultimo anno da professionista in C, avevo fatto quello che dovevo fare. Non avevo voglia di giocare. Ho degli amici che sono appassionati di statistiche e mi hanno fatto notare che avrei avuto la possibilità di arrivare a segnare in tutte le competizioni, considerato che mi mancavano solo le ultime tre della piramide. Quando ho accettato mancavano 8-9 giorni all’inizio del campionato e c’era realmente da costruire da zero. Non c’era niente, nemmeno i giocatori. Non esagero se dico che eravamo degli ‘scappati di casa’. Per quanto la Terza Categoria sia oscena, il livello non era adeguato perché eravamo in ‘straritardo’ e i giocatori erano praticamente già tesserati per altre società. Ci siamo adoperati in tutti i modi possibili per reclutare i giocatori, anche via Facebook. io ho rischiato in prima persona: all’inizio lo scopo era non fare brutte figure. Il primo anno fino a dicembre era dura, eravamo in 14 e facevamo giocare gli Allievi della Triestina per arrivare almeno a 18. Alla fine spiegando il progetto e il contesto siamo riusciti a convincere qualcuno e col passare del tempo sempre più persone. Piano piano ci siamo sistemati, tanto che abbiamo vinto due campionati consecutivi e siamo in Prima. Tutto ora è strutturato, le cose le facciamo per tempo, scegliamo i giocatori secondo il nostro contesto. Il progetto è serio, vestiamo come la prima squadra. Ci siamo creati una specie di bolla attorno alla Triestina”.

Il bomber senza tempo Godeas spiega, inoltre, come la Triestina Victory possa diventare un secondo team degli alabardati sul modello Juventus Under 23: “Ora facciamo le amichevoli con la prima squadra, cerchiamo di incastrare tutto per poi andare a vedere la Triestina. Tutto è fatto dare ai ragazzi un’opportunità diversa. Con dimensioni diverse ma siamo più o meno nell’ottica di fare come la Juve. Io mi sono preso l’impegno di far partire questo progetto, poi lascerò. Mi piacerebbe fare l’allenatore, lavorare con i giovani. ho già il patentino, non l’ho sfruttato molto se non in Eccellenza qualche anno fa, per un breve periodo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy