Icardi al Napoli? Suggestione obbligata, la tradizione argentina non mente

Icardi al Napoli? Suggestione obbligata, la tradizione argentina non mente

di Enrico Vitolo

di Enrico Vitolo –

La città che tra la metà degli anni ottanta e gli inizi degli anni novanta ha amato follemente il numero 10 più forte di sempre e che qualche tempo dopo ha riprovato qualcosa di simile con un altro argentino, ma questa volta con indosso la numero 11, a breve chissà che dopo il fascino delle Universiadi non possa rivivere certe sensazioni. Emozioni. Dopo Maradona e Lavezzi, il cerchio potrebbe chiudersi con Mauro Icardi. Con quella maglia numero 9 che a Napoli ha sì un padrone (Verdi) ma solo temporaneamente. La prossima, dunque, potrebbe essere l’estate della svolta. Quella definitiva. Tanto sognata da parte di un pubblico che per gran parte continua comunque a criticare il suo presidente.

Ma se tra il popolo partenopeo e Aurelio De Laurentiis il feeling sembra essersi decisamente rovinato negli ultimi anni, quello con gli argentini rimarrà invece qualcosa di intoccabile e indelebile per una città che ha molto in comune con un pezzo importante del territorio sudamericano. Ma se Maradona e Lavezzi sono inevitabilmente il passato, bello ma pur sempre passato, Icardi potrebbe diventare improvvisamente il presente e soprattutto il futuro. Il corteggiamento va ormai avanti da qualche stagione, ora però nonostante le lusinghe della nemica bianconera per il Napoli, pronto ad investire 60 milioni, potrebbe essere arrivato il momento del fidanzamento. Che in un colpo solo conquisterebbe le copertine di tutti i giornali, ma anche il cuore di una città pronta ad innamorarsi nuovamente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy