DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio italiano

Ramsey e Rabiot agli antipodi: il primo decide le partite della Juve, il secondo per protesta non vuole rientrare a Torino

TURIN, ITALY - OCTOBER 03: Juventus players Adrien Rabiot and Aaron Ramsey during a training session at JTC on October 03, 2019 in Turin, Italy. (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Aaron Ramsey lotta, segna e convince il popolo bianconero. Adrien Rabiot un po' meno e ora il suo rientro diventa un caso.

Emanuele Landi

Aaron Ramsey e Adrien Rabiot sono stati i due grandi colpi "a zero" dell'ultimo calciomercato estivo della Juventus. Stesse iniziali (AR), simile collocazione tattica trattandosi di due centrocampisti, caratteristiche ma soprattutto atteggiamenti e risultati diversi. Se l'ex Arsenal, infatti, dopo un avvio in sordina ha cominciato a far intravedere ai suoi nuovi tifosi le sue grandi doti da centrocampista invasore col vizio del gol non si può dire lo stesso del francese.

Il giocatore proveniente dal PSG, infatti, ha alternato fioche luci a tantissime ombre. C'è un caso, inoltre, che lo vede protagonista nelle ultime ore per la mancata volontà di rientro a Torino. Il motivo è il taglio stipendi mal digerito dal francese per l'emergenza Covid-19, che ha definitivamente ampliato lo strappo tra Rabiot e il popolo bianconero. Il centrocampista è l'unico giocatore della Juve, insieme a Higuain, ancora all'estero e non rientrato alla base.

Il "derby" di mercato, quindi, finora lo ha vinto a mani basse Ramsey. Il gallese, inoltre, ha deciso anche un altro derby mettendo la sua griffe sul campo nella sfida contro l'Inter pre-sospensione della Serie A. L'incursore ex Gunners ha decisamente convinto Sarri e i suoi compagni all'interno dello scacchiere tattico sia da interno che da trequartista. La qualità, invece, non basta a Rabiot. Nonostante i suoi piedi fini l'ex PSG ha mostrato poca corsa e poca duttilità rendendo difficili le sue conferme in mediana al posto di chi avrebbe dovuto sostituire.

Prendere il posto di Matuidi, infatti, non è così semplice. Comportamenti del genere, inoltre, non aiutano il figlio di Veronique che già dal suo arrivo a Torino è stato etichettato per la procura bizzarra della madre. Ora la frattura tra juventini e Rabiot sembra insanabile e queste ultime decisioni potrebbero portare alla fine di quest'avventura tutt'altro che rosea. Lo stesso, invece, non si può dire di Ramsey che se si ricomincerà potrà dare il suo apporto a vincere altre sfide, oltre quella di miglior acquisto estivo contro Rabiot, per gli obiettivi della Vecchia Signora.

Potresti esserti perso