DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

IL VICE DI PAOLO ZANETTI DOPO LAZIO-VENEZIA 1-0

Venezia, Bertolini: “Dobbiamo essere un po’ più cattivi”

Venezia, Bertolini: “Dobbiamo essere un po’ più cattivi” - immagine 1

All’Olimpico decide un rigore trasformato da Ciro Immobile

Davide Capano

La sedicesima sconfitta in campionato del Venezia arriva in casa della Lazio. Alberto Bertolini, vice di mister Paolo Zanetti, ha commentato così la gara ai microfoni di Sky Sport: "Siamo stati solidi. E' ovvio che quando si perde non si può essere soddisfatti. Abbiamo fatto una partita prettamente difensiva come era nelle previsioni. Volevamo essere un po' più offensivi ma la Lazio non ce l'ha permesso. Abbiamo difeso però con ordine, da squadra. Dovevamo sfruttare forse le poche chance che la Lazio ci ha concesso. Purtroppo così non è stato, abbiamo perso su rigore. La partita l'ha avuta sempre in mano la Lazio però c'è rammarico".

Venezia, Bertolini: “Dobbiamo essere un po’ più cattivi”- immagine 2

(Photo by Getty Images)

"Volevamo venire comunque qui a Roma e dare una sensazione di squadra e lo abbiamo fatto - continua l'allenatore in seconda degli arancioneroverdi -. Volevamo rendere dura la vita alla Lazio e ce l'abbiamo fatta. Ora ci sono gli scontri diretti e, per una squadra come noi, sono fondamentali. Non ci siamo mai sentiti al sicuro in classifica perché non possiamo permettercelo. In un certo periodo abbiamo incontrato squadre di un certo livello e quindi fare punti era difficile. E' vero che nel nostro cammino abbiamo buttato via punti fondamentali. Abbiamo fatto pochi punti nell'ultimo periodo ma abbiamo incontrato squadre di alta classifica. Questa partita ci deve dare la convinzione per affrontare le partite che sono al nostro livello. Sappiamo bene che ci giochiamo tanto nelle prossime partite e volevamo venire a prendere coraggio da una prestazione, seppur difensiva, comunque discreta".

"Siamo una squadra che non crea poco - prosegue Bertolini -. Stasera non abbiamo creato tanto ma con il Sassuolo abbiamo creato diverse occasioni. Dobbiamo essere più concreti negli ultimi 16 metri, dobbiamo essere un po' più cattivi. Sembra una frase di circostanza ma è quello che serve. I pochi gol che facciamo devono valere tanto. Dobbiamo lavorare perché quella concretezza che dobbiamo avere in queste partite deve far fruttare punti pesanti. Non dobbiamo perdere né identità né le distanze in partita. Lo abbiamo fatto per mezz'ora con il Verona e ci ha dato una brutta sensazione. Oggi volevamo dare tutt'altra sensazione e ci siamo riusciti. Ovvio che quando perdi non bisogna mai essere soddisfatti però bisogna avere fiducia".

 

tutte le notizie di