Dichiarazioni pepate nel derby di Oddo, il Pescara vince l’andata play-out ma il ds del Perugia non ci sta: “Sottil antisportivo”

Il Pescara ha vinto gara 1 dei play-out e ora al ritorno avrà due risultati su tre per mantenere la Serie B. Il Perugia di Oddo trema, dopo la rimonta subita, ma cercherà l’impresa al Curi. Partita caratterizzata da tante polemiche come ha ribadito il ds del Grifo Roberto Goretti

di Emanuele Landi, @lelelandi33

Era il derby di Massimo Oddo: nato a Pescara e ora tecnico del Perugia. Il campione del mondo 2006 tutto si sarebbe aspettato tranne che dover affrontare un play-out tra due squadre a lui care. In passato è stato tecnico del Delfino mentre adesso è stato richiamato per tentare la salvezza del Grifo. Era, però, soprattutto una sfida decisiva ─ il primo di due round ─ tra due compagini che hanno alternato troppi alti e bassi e si sono ritrovate a lottare per la salvezza.

Il risultato finale è un 2-1 che da un piccolo vantaggio al Pescara in vista del ritorno da giocare in trasferta. Il vantaggio dei biancorossi è arrivato al 39′ con Kouan su assist di Falzerano. La rimonta dei padroni di casa è arrivata nella ripresa con Galano (di testa) al 58′ e con Maniero dal dischetto dieci minuti più tardi. Gara finita all’Adriatico? Macchè… Sentite le parole di Roberto Goretti in conferenza stampa.

Il DS del Perugia non ha per nulla gradito il clima sul terreno di gioco e l’atteggiamento del tecnico degli abruzzesi, Andrea Sottil: “Abbiamo interpretato bene il primo tempo ─ ha detto ─, proprio come l’aveva preparata il mister. Ma nel secondo ci siamo abbassati troppo, è calata l’aggressività sui portatori di palla avversari e non siamo riusciti a tenere il risultato. Iemmello? Ho visto come ha preparato la partita Oddo, voleva una punta che allungasse la squadra, si è trattato di una scelta tecnica. Quello che è mancato a lungo ma è il momento di tirare fuori, abbiamo l’ultima possibilità, l’ultima pallottola da sparare, o è per loro o è per noi. Sta a noi, ai calciatori, mettercela tutta e pensare solo a venerdì, dare tutto quello che hanno perché abbiamo ancora una possibilità e dobbiamo giocarcela al 200 per 100″.

Oddo sconfitto: possibile ricorso per l’atteggiamento antisportivo del Pescara?

Il Perugia potrebbe presentare ricorso per il lancio di un secondo pallone in campo dalla panchina del Pescara: “Vediamo, per poter decretare un rigore il pallone in gioco in quel momento doveva essere in area ─ ha proseguito il dirigente del Perugia ─ Sicuramente si è trattato di un gesto antisportivo preparato dall’allenatore del Pescara. Io stesso ho sentito le sue parole nell’intervallo: “Datemi il pallone che lo tiro io”. Ma non ci interessa, pensiamo a noi”.

“C’è totale fiducia nell’allenatore ─ a proposito di Oddo ─ che ha preparato la partita benissimo, è stato bravo e lo sarà altrettanto, determinato, convinto, cattivo anche nell’ultima”. Massimo Oddo, in questa sua sfida molto sentita, ha scelto di restare in silenzio sia alla vigilia che nel dopogara della sfida di Pescara: il tutto pare sia una scelta personale del tecnico, ponderata e condivisa dalla società. Poco centra, quindi, il risultato sul rettangolo verde.

(Fonte virgolettato: Calciogrifo.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy